Brindisi, Vantaggiato ha agito per esasperazione

Aveva subito delle truffe dalle quali non era stato risarcito e non riusciva a recuperare il denaro. Era esasperato economicamente. Questo il movente che Giovanni Vantaggiato, 68 anni, ha fornito durante l’interrogatorio di garanzia svoltosi stamane nel carcere di Lecce nell’ambito dell’udienza di convalida del fermo del commerciante di carburanti di Copertino che ha ammesso mercoledì sera di essere l’autore della strage davanti alla scuola “Morvillo-Falcone” di Brindisi del 19 maggio scorso.

L’uomo ha tenuto a sottolineare che nella sua azione non c’entra la politica, né la Sacra Corona Unita e neanche organizzazioni terroristiche.

Lascia un commento