Ha confessato il benzinaio Giovanni Vantaggiato di Copertino. Arrestato l’attentatore di Brindisi

Dopo ore di interrogatorio il 68enne benzinaio del Leccese ha confessato di essere l’esecutore materiale dell’attentato alla scuola di Brindisi del 19 maggio scorso costato la vita a Melissa Bassi.

E’ il benzinaio Giovanni Vantaggiato 68 anni di Copertino. Secondo quanto si apprende l’uomo avrebbe agito per vendetta privata. I motivi che avrebbero spinto l’uomo ad agire, sarebbe stata una sentenza emessa poche settimane prima dell’attentato presso la sede del Tribunale vicinissima alla scuola. L’attentatore si sarebbe sentito vittima della malagiustizia.

L’attentatore, che aveva subito una truffa da oltre 300.000 euro in una fornitura di carburante, si sarebbe sentito vittima di malagiustizia poichè la giudice non aveva condannato tutti gli imputati.

Giovanni Vantaggiato è stato trasferito presso la casa circondariale di Lecce.

Lascia un commento