Beppe Grillo chiede di nazionalizzare le banche italiane

Riscuote sempre più consensi l’ex comico ormai sempre più politico a tutti gli effetti. Gli italiani gradiscono le sue proposte di “rottura”, ultima quella di nazionalizzare gli istituti bancari. Attraverso il suo portale diffonde una locandina di “Torna a casa Lassie” e i volti di Mario Draghi, Angela Merkel e Mario Monti.

Beppe Grillo scrive che “lo Stato italiano presta soldi nostri, attraverso la Bce, alle proprie banche all’uno per cento di interesse. Le banche che comprano i Btp incassano il 5/6 % di interesse dallo Stato. Un euro su quattro delle nostre tasse serve a pagare gli interessi sul debito.

Si può quindi affermare – asserisce il leader del Movimento 5 Stelle – che questo giro del fumo serve a finanziare le banche attraverso il Fisco. Forse è il caso di nazionalizzarle”.

Lascia un commento