Cresce l’attesa per l’unica tappa italiana del Cirque du Soleil

“Saltimbanco” arriverà per la prima volta nel Sud Italia al Palasport di Acireale. L’evento, organizzato da New World Entertainment, debutterà in Sicilia il 5 giugno e sarà replicato fino al 17 giugno. “Saltimbanco” è uno show divertente, che piacerà a tutta la famiglia. Con un cast di oltre 50 artisti di altissimo livello, provenienti da venti Paesi diversi, presenta acrobazie mozzafiato ed incredibili dimostrazioni di atletismo, sia nei numeri solisti che in quelli di gruppo.

La produzione di questo spettacolo del Cirque du Soleil celebra quest’anno il suo ‘ventennale’ ed è quella che ha riscosso più successo al mondo. Il palco è lungo 34 metri, largo 20, con una griglia per gli acrobati di 9 metri, sospesa a 14 metri dal suolo. L’attrezzatura scenica ha un peso totale di 180 tonnellate. Lo staff tecnico comprende 20 specialisti e 16 autisti di Tir.

‘Grandi numeri’ anche per i costumi, tre o cinque diversi per ogni artista: maschere con nasi a becco, colori fluorescenti, tessuti che vanno dalla seta alle fibre sintetiche elasticizzate. Tutti i ‘pezzi’ sono realizzati a Montreal, nel quartier generale del Cirque du Soleil, dove è stato creato un apposito laboratorio, con 300 artigiani. I 3.000 articoli che compongono i costumi girano il mondo in 50 bauli. Le oltre 250 paia di scarpe, necessarie per le performance, sono realizzate a mano e su misura. Per il numero dei pali cinesi le scarpe vengono riverniciate prima di ogni spettacolo. L’intero reparto costumi può essere ‘impacchettato’ e pronto per partire in meno di un’ora. In tour viaggiano anche le lavatrici che ‘girano’ solo con detergenti biodegradabili.

La ricerca della perfezione è una delle caratteristiche di questa ‘macchina fantastica’, nata dal genio di Guy Laliberté. Ogni performer, infatti, impiega 90 minuti per truccarsi. Ciascun artista ha la propria postazione trucco. Tutti, ad inizio tournée, ricevono un libro con i passi dettagliati e le foto per realizzare la propria ‘maschera’.

Per creare la colonna sonora René Dupéré è stato ispirato dalla vita urbana: un’atmosfera eterea ma barocca, ritmica e cosmopolita. Ogni performance viene arricchita da cinque musicisti e due cantanti, posizionati su una piattaforma rialzata. La presenza di questa band sul palco aggiunge colore ed energia allo spettacolo, pur mantenendo una sincronia perfetta tra la colonna sonora e le messinscene acrobatiche. I musicisti seguono da vicino i movimenti degli artisti, adattando la musica alle sorprese. Le parole che accompagnano la colonna sonora di “Saltimbanco” sono scritte in un linguaggio inventato (creato appositamente per lo spettacolo) ed ispirate da suoni provenienti da diverse lingue, tra cui l’arabo, lo svedese ed il tedesco.

La scenografia di “Saltimbanco” riflette le contraddizioni della città in cui convivono ‘il potente ed il povero’. Un posto dove tutto è possibile. Il set è uno spazio urbano ridotto ai suoi elementi essenziali. L’impianto luci dona un effetto cinematografico, illuminando o mettendo in ombra i personaggi in base alla loro posizione sul palco ed al colore dei loro costumi.

Al Palasport di Acireale sono previsti cinque diversi settori, tutti con posti a sedere. I biglietti sono in prevendita, a partire da 39 euro più diritti. I tagliandi per gli show di Acireale sono disponibili anche in internet, agli indirizzi www.ticketone.it, www.ctbox.it, www.vivaticket.it, www.circuitoboxofficesicilia.it, www.go2.it e www.helloticket.it.

 Per avere tutte le informazioni è attiva l’infoline di New World Entertainment che risponde al numero verde 800.277.315. Per ulteriori informazioni e per conoscere il calendario completo degli show ad Acireale si può visitare il sito www.newworld.it o inviare una email a info@newworld.it.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento