Posteaperte 2012: Poste Italiane apre le porte ai bambini, figli dei propri dipendenti

Nella sede del Centro di Meccanizzazione Postale di Catania l’evento dedicato alle famiglie dei dipendenti

Poste Italiane ha aperto le porte ai figli dei dipendenti e alla solidarietà con la settima edizione di ‘Posteaperte’, che si è svolta a Catania, presso il Centro di Meccanizzazione Postale, Zona Industriale, “sala catering” 1° piano, via Enzo Ferrari 30 e a Palermo, presso il Centro Meccanizzazione Postale, “sala riunioni Alt S2” 1° piano, in via Ugo la Malfa 177.

 L’iniziativa, ha avuto l’obiettivo di consolidare il rapporto dell’azienda con il lavoratore nella sua dimensione privata e familiare. L’edizione 2012 di Posteaperte si è rivota ai figli dei dipendenti di età compresa tra i 3 e i 12 anni e ha toccato 33 sedi aziendali presenti su tutto il territorio nazionale. Ai bambini sono stati offerti momenti di gioco, intrattenimento e visite guidate per far conoscere gli ambienti di lavoro dei genitori. Per l’occasione, per gli amanti della filatelia, si è svolto anche un annullo Filatelico.

 

Anche quest’anno Poste Italiane ha voluto legare l’evento a iniziative di solidarietà. Una scelta che ribadisce e consolida il suo impegno nella promozione di principi di responsabilità sociale. Per dare continuità alla missione di cui si fa interprete Poste Italiane ha rinnovato l’adesione al progetto, promosso dalla Fondazione ‘aiutare i bambini’,  per l’adozione a distanza di 20 bambini dai 3 ai 5 anni del villaggio di Charawe, sull’isola di Zanzibar (Tanzania), finalizzato a garantire loro un’istruzione e una alimentazione adeguata. Il tema dell’edizione 2012 è “I 150 anni di Poste Italiane”: i bambini hanno intrapreso un percorso ludico dedicato al tema, caratterizzato da giochi che richiamano le principali caratteristiche dell’azienda.

Poste Italiane, oltre ad essere  primo datore di lavoro in Italia, rappresenta un’Istituzione socialmente e culturalmente radicata nel territorio. Ha da tempo impostato le sue strategie di sviluppo in un’ottica di valorizzazione delle persone e di attenzione verso politiche verdi. Per quanto riguarda i propri dipendenti, il suo impegno si è concentrato su un programma di welfare che va dagli asili nido ai parcheggi rosa per le mamme in attesa, al telelavoro e al part time. L’azienda ha anche realizzato progetti per l’integrazione dei disabili, servizi per il sostegno delle famiglie e progetti di formazione universitaria per i dipendenti. Tutto questo in sintonia con interventi di sostenibilità ambientale e sociale di lungo periodo.

 

La Fondazione ‘Aiutare i bambini’ è nata nel 2000 con l’obiettivo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione, sfruttati ed emarginati. Interviene in Italia e nel mondo con progetti di accoglienza, assistenza sanitaria, educazione e adozione a distanza.

 Poste Italiane è la più grande azienda di servizi del Paese. Grazie alla capillare presenza sul territorio nazionale e alla forte integrazione delle sue attività, offre prodotti e servizi integrati di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile a cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Con 14mila uffici e una squadra di oltre 150mila dipendenti, garantisce i propri servizi a 32 milioni di clienti. I risultati ottenuti le hanno permesso di scalare per il sesto anno consecutivo la classifica delle  “World’s Most Admired Companies” della rivista americana Fortune.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento