Rimangono in carcere i marò pugliesi

Il tribunale di Kollam ha respinto la richiesta di libertà su cauzione presentata dal team legale dei due marò italiani agli arresti con l’accusa di avere ucciso due pescatori indiani.

Il giudice istruttore ha anche esteso di altri 14 giorni, fino al 25 maggio, la carcerazione preventiva.

Lascia un commento