Serie bwin, 39a giornata: Crotone nervoso e distratto in difesa sconfitto dal Sassuolo

 

Nell’attesa che si concluda la trentanovesima giornata, Sampdoria – Reggina si gioca domenica 6 ore 12.30; Gubbio – Juve Stabia e Torino – Padova lunedì rispettivamente alle ore 19.00 ed alle ore 21.00, le partite evase non hanno ancora emanato nessun verdetto. Tutto rinvito alla prossima giornata indipendentemente dai risultati delle partite da giocare.

Paga ancora pegno sul terreno del Braglia il Crotone contro il Sassuolo. Per il terzo anno consecutivo si ripete lo stesso risultato a favore dei locali che conquistano la terza vittoria consecutiva. Tre punti importanti che lasciano intatta la possibilità agli uomini di Pea di salire nella massima serie dall’ingresso principale senza passare attraverso la lotteria dei play-off. Missione ancora non compiuta per il Crotone che cercava punti per la matematica salvezza. Discorso rinviato alla prossima giornata quando torna a giocare sul proprio terreno. Una sconfitta che servirà al tecnico rossoblù di rivedere qualcosa per quanto riguarda il gioco sulle fasce poco incisivo quando manca De Giorgio e Gabionetta.  

Contro i nero/verdi mister Drago lascia sulla panchina il centrocampista Eramo e l’attaccante Gabionetta, presenti in formazione la settimana precedente, ed al loro posto fin dall’inizio Maiello e Ciano. Quest’ultimo autore del secondo gol contro il Cittadella.

Sassuolo senza Consolini e con Missiroli poco redditizio per l’economia della squadra. Sarà però quest’ultimo a segnare il gol del raddoppio.

Primo tempo senza particolari emozioni e giusto il risultato di parità a reti inviolate. Le uniche azioni degne di essere annotate al ventottesimo ed è Sansone del Sassuolo che al minuto ventottesimo riesce ad arrivare in solitudine in area avversaria ma trova pronto Belec alla parata. Al quarantaduesimo il duo Calil, Sansone, mette in  apprensione la difesa avversaria.

La ripresa inizia con la sostituzione di Vinetot, infortunato, per fare posto a Tedeschi. La svolta a favore dei locali al diciottesimo con la complicità dell’arbitro che non segnala una posizione di fuori gioco di Sansone. L’attaccante locale invita ad una triangolazione Cofie e Boakye, che non sbaglia a mettere dentro il pallone del primo vantaggio.

Da questo momento in poi il Crotone non riesce più ad approcciare la partita nonostante l’ingresso dell’attaccante Gabionetta in sostituzione dell’Under ventuno Florenzi, e quella di Pettinari per Ciano, con l’intento di una maggiore spinta offensiva.

Così non è stato per la pronta risposta del tecnico Pea che toglie Bianchi (centrocampista) ed entra Consolini (difensore) con l’intento di una maggiore copertura. Al trentaseiesimo arriva il raddoppio del Sassuolo  con il giocatore più contestato, Missiroli, che riesce a raddoppiare colpendo il pallone di testa. Subito dopo altri due sostituzioni per i locali, Magnanelli per Sansone, Troianello al posto di Boakye, due centrocampisti al posto di due attaccanti.

A completare la giornata no del Crotone l’espulsione di Sansone per fallo di reazione dopo aver subito il fallo da Missiroli. Dopo Torino, la squadra di mister Drago subisce la seconda sconfitta esterna e rinvia alla prossima partita interna conla Nocerinala conquista dei punti per la matematica salvezza. Il Sassuolo evita d’inciampare un’altra volta sul proprio terreno come in occasione dell’incontro con il Gubbio e consolida la terza posizione.      

 

Sassuolo    2

Crotone     0

 

Marcatori: Boakye 63°, Missiroli 81°

 

Sassuolo (3-5-2): Pomini, Marzorati, Piccioni, Terranova, Bianchi (Consolini), Valeri, Cofie, Longhi, Missiroli, Sansone, Boakye (Troianello). All. Pea

 

Crotone (4-3-2-1): Belec, Correia, Vinetot (Tedeschi), Abruzzese, Mazzotta, Florenzi (Gabionetta), Galardo, Maiello, Sansone, Calil, Ciano All. Drago

 

Arbitro: Baracani di Firenze

Coll. Tegoni, Posado

Quarto giudice: Aurelano di Bologna

Ammoniti: Abruzzese, Correia

Espulso: Sansone (Crotone)

Angoli.5 a1 per il Sassuolo

Recupero: 1 e 4 minuti

Lascia un commento