Porzûs di Renzo Martinelli al Cinema Sociale di Gemona

Nel corso della sua prossima visita in Friuli, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si recherà il 10 maggio alla malga di Porzûs, in comune di Faedis (Ud), per rendere omaggio ai 22 partigiani della divisione Osoppo trucidati nel febbraio 1945 dai garibaldini comandati da Mario Toffanin detto “Giacca”. Tra le vittime dell’eccidio – iniziato il 7 febbraio sul posto e continuato nei giorni successivi nella zona del Bosco Romagno, nel cividalese – trovò la morte, a soli 19 anni, anche il fratello di Pier Paolo Pasolini, Guido. 

Dopo decenni di silenzio su uno dei più tragici avvenimenti della Resistenza italiana, fu il film di Renzo Martinelli, Porzûs, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1997, a riportare l’attenzione sulla cupa vicenda che vide partigiani contrapposti a partigiani. Anticipando la visita di Napolitano, la Cineteca del Friuli ripropone il film di Martinelli al Cinema Sociale di Gemona del Friuli (Ud) giovedì 26 aprile alle ore 21. 

A Porzûs – che si avvale di grandi interpreti come Gabriele Ferzetti, Gianni Cavina, Gastone Moschin e della penna di Furio Scarpelli – fu unanimemente riconosciuto il merito di aver avviato una proficua discussione su un episodio così tragico e controverso della nostra storia.

Successivamente la Cineteca proporrà altri materiali su Porzûs presenti nelle proprie collezioni, in particolare un lavoro del filmaker veneziano di origini friulane Enrico Mengotti, che quasi trent’anni fa raccolse testimonianze di grande interesse storico nel documentario Porzûs: due volti della Resistenza.

Lascia un commento