Gdf Latisana denuncia 8 persone per bancarotta fraudolenta

La Guardia di Finanza della Compagnia di Latisana (Ud) comandata dal capitano Simone Ferronato, al termine di indagini di polizia giudiziaria delegate dalla locale Procura della Repubblica, ha denunciato otto persone per bancarotta fraudolenta patrimoniale e falso in atto pubblico. 

Un anno di investigazioni, svolte mediante accertamenti bancari su 16 intermediari finanziari, hanno consentito di denunciare l’amministratore di fatto, la titolare di una ditta di commercio di colori e vernici e alcuni suoi familiari che, a vario titolo, hanno concorso nella bancarotta fraudolenta patrimoniale, mediante l’acquisto simulato di beni immobili nonché il trasferimento dell’attività commerciale senza il versamento di alcun corrispettivo.

La titolare dell’attività commerciale aveva cercato di prolungare il più possibile l’esistenza aziendale per avere il tempo necessario per distrarre i beni immobili che avrebbero dovuto essere inseriti nella massa fallimentare a beneficio dei creditori. Questa manovra, all’atto dell’inevitabile fallimento, avrebbe consentito di salvare il patrimonio personale. 

I debiti della ditta fallita, prevalentemente maturati nei confronti di fornitori, ammontano a oltre 800mila euro. L’attività della Guardia di Finanza ha permesso di inserire nella massa fallimentare, oltre a quanto già acquisito dal curatore (una villa uni-familiare di proprietà della titolare), quote di altri beni immobili, nonché l’attività commerciale, per un valore di mercato superiore a 200mila Euro che serviranno a soddisfare parzialmente le ragioni dei creditori.

Lascia un commento