Sesto Fiorentino, perde il lavoro si uccide sotto un treno

Ancora un dramma dell’Italia “Montiana”. Un 42enni è morto dopo essere stato investito da un treno, all’altezza della fermata “Il Neto”, nel comune di Sesto Fiorentino, lungo la linea Firenze-Prato. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, italiano, si sarebbe suicidato gettandosi sui binari al momento del passaggio del convoglio, un treno fuori servizio diretto a Prato. Sul posto sono intervenuti polfer, vigili del fuoco e personale inviato dal 118. In seguito all’accaduto, si spiega da Fs, tre convogli regionali sono stati cancellati sulla linea Firenze-Prato-Lucca e altri sei treni, sempre regionali, hanno subito ritardi fino a 40 minuti. Regolare il traffico a lunga percorrenza.

L’uomo aveva perso il lavoro da alcuni mesi. Era un dirigente d’azienda che aveva lavorato per alcune società toscane. Dopo aver perso il lavoro, secondo quanto si è appreso, soffriva di depressione. Lascia la moglie e una figlia di 13 anni.

Lascia un commento