Diego Anemone, sequestrati beni per 32 milioni

75

La Guardia di Finanza ha eseguito il sequestro dei beni di Diego Anemone, l’imprenditore della “cricca” accusato di corruzione per aver ottenuto appalti a trattativa privata nell’ambito dei Grandi Eventi. Il provvedimento chiesto e ottenuto dai magistrati romani, riguarda immobili e altri beni per un valore complessivo di 32 milioni di euro. Il costruttore è sotto processo a Perugia insieme all’ex provveditore ai Lavori Pubblici Angelo Balducci e all’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, oltre ad altri funzionari pubblici.