Nuova inchiesta tocca il Governatore della Puglia

Nichi Vendola è indagato per peculato, abuso d’ufficio e falso nella nuova inchiesta sulla transazione con l’ospedale ecclesiastico Miulli di Acquaviva delle Fonti deliberata e poi annullata dalla giunta regionale.

Sono sette gli indagati. Oltre a Vendola sono coinvolti gli ex assessori alla sanità Alberto Tedesco e Tommaso Fiore, il Vescovo della diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, Mons. Mario Paciello, il direttore del Miulli, don Mimmo Laddaga, l’ex direttore amministrativo Rocco Palmisano e l’ex dirigente regionale dell’area Sanità Nicola Messina.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento