Taranto, la East Castle riversa carburante in mare

Incidente al largo delle coste pugliesi. Da 10 a 15 tonnellate di carburante si sono riversate nel mar Grande a Taranto, vicino al porto. A provocare il riversamento in mare un mercantile battente bandiera panamense, la East Castle. Inizialmente si riteneva che fosse stato provocato da una falla a bordo. A dare l’allarme giovedì mattina alla Capitaneria di Porto è stato l’equipaggio di un’altra unità navale che era ormeggiata nei pressi dello scafo.

La East Castle è una portacontainer panamense di 133 metri e 8.000 tonnellate di tonnellaggio e oltre 11.700 di portata lorda. Era salpata dal porto di La Spezia venerdì scorso arrivando domenica nel porto pugliese. E’ stata costruita nel 1983 dai cantieri tedeschi JJ Sietas Werft (Amburgo) con il nome di David Bluhm.

In mare si è formata una chiazza di circa 800 metri quadrati in corrispondenza del terzo sporgente. Mezzi della Capitaneria di Porto, con il supporto della società Ecotaras, hanno circoscritto la zona e iniziato le operazioni di bonifica circoscrivendo la zona interessata dallo sversamento. Presente anche personale dell’Agenzia regionale protezione ambiente per le analisi del materiale riversato in mare: 8 tonnellate sono state già recuperate.

Lascia un commento