Crotone, rinnovare la Consulta comunale del Terzo Settore

 L’associazione Marco Polo di Crotone si rivolge al Sindaco Peppino Vallone “per evidenziare la necessità del rinnovo della Consulta comunale del Terzo Settore, in attuazione dello specifico regolamento approvato dal Consiglio Comunale nel mese di settembre 2007. Della Consulta, che ha prodotto solo un convegno il 10 marzo 2008 su “Solidarietà e integrazione sociale”, fanno parte solo alcune associazioni, come la Coop. Progetto Pitagora 86, l’Associazione “I Colori della Memoria”, Agorà Kroton, l’Associazione “A. Maslow”, l’Auser, l’Associazione Nazionale mutilati ed invalidi civili, l’Avis, l’Unione Italiana Sport per tutti, l’Arci Nuova Associazione, l’Associazione G&A e la coop.sociale “Diotima”; che non rappresentano tutto il variegato mondo del sociale. Una Consulta Comunale come la famosa “Araba Fenice”, di cui tutti ne parlano, ma nessuna la vede. La consulta che doveva essere un organo di consultazione del Comune per le materie afferenti il terzo settore e doveva promuovere la partecipazione attiva e responsabile delle organizzazioni del terzo settore sia nella programmazione che nell’attuazione di un sistema di protezione sociale, anche attraverso specifiche iniziative, al fine di favorire lo sviluppo di una rete territoriale basata su principi condivisi ed avanzare anche proposte al Comune sia di carattere generale che specifico in merito all’organizzazione del sistema sociale locale. Una Consulta Comunale, nata male, che non ha garantito la pluralità dovuta, ne il rispetto di quanto previsto dall’art, 2, comma 3, (la Consulta rimane in carica per la durata di anni 3 è può essere di seguito integrata dagli organismi che ne fanno richiesta). Il congelare l’esistente “inesistente” impedirebbe quel rinnovamento e quel pluralismo, invocato, peraltro, anche dal Governatore delle Misericordie di Calabria, Leonardo Sacco, “lamentando il non coinvolgimento di Associazioni cattoliche”. Ed altre, largamente presenti sul territorio. La nostra amarezza è di constatare, in questi giorni, non il rinnovo della Consulta Comunale scaduta, strumento necessario e di proposte democratiche, di cui ne chiediamo il rinnovo ed il rinnovamento, ma il consolidamento di un “cartello” di Associazioni gradite, per condizionare eventuali proposte o richiesta di altre Associazioni sociali indipendenti”.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, rinnovare la Consulta comunale del Terzo Settore Crotone, rinnovare la Consulta comunale del Terzo Settore ultima modifica: 2012-04-11T14:20:50+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento