Caserta, in manette il figlio del boss Schiavone

I carabinieri di Caserta hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 8 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dell’omicidio di Antonio Salzillo e Clemente Prisco, avvenuto a Cancello ed Arnone, nel casertano, il 6 marzo 2009.

Tra gli arrestati, anche il figlio di Francesco Schiavone, detto “Sandokan”, boss dei Casalesi. Gli investigatori, coordinati dalla Dda di Napoli, ritengono che l’omicidio sia avvenuto nell’ambito di una guerra di camorra interna al clan.

Lascia un commento