Alta tensione in Yemen

L’aeroporto della capitale yemenita Sanaa è stato chiuso per le minacce di un generale fedelissimo all’ex presidente Ali Abdullah Saleh di attaccare ogni aereo in arrivo o in decollo. Lo ha reso noto una fonte aeroportuale.

L’aeroporto è intanto circondato dalle forze del fratello di Saleh Mohamed Saleh al Ahmar che, dimissionato ieri per decreto, ha rifiutato di lasciare il posto. Ieri il presidente yemenita Abdrabuh Mandur Hadi aveva annunciato la rimozione del capo dell’aeronautica, il generale Mohamed Saleh al-Ahmar, fratellastro del suo predecessore, Ali Abdullah Saleh, e il nipote, Tarek Mohamed Abdallah Saleh, capo della guardia.

Lascia un commento