Valorizzazione Area Coccau all’esame Cda di Autovie Venete

Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete prettamente tecnico, quello che si è svolto oggi (lunedì 26 marzo), a Trieste, in via Locchi, con all’ordine del giorno le linee guida per la predisposizione del nuovo budget della Concessionaria (luglio 2012-giugno 2013), un documento sulla base del quale vengono individuati gli obbiettivi da perseguire,  nonchè le modalità per razionalizzare e contenere i costi.

“La società – precisa il presidente Terpin – sta facendo tutto il possibile  sul versante del contenimento dei costi. Sprechi non ce ne sono, si tratta di comprimere ulteriormente le spese, mantenendo sempre molto elevati gli standard di qualità e sicurezza della rete”.

Altro punto all’ordine del giorno del Consiglio, l’affidamento – di durata triennale – dei lavori di manutenzione delle pavimentazioni autostradali relativamente all’area della sinistra Tagliamento per un importo complessivo dell’appalto di 4 milioni 397 mila 513 euro.

Il presidente Terpin, inoltre, ha fissato la convocazione per il prossimo Consiglio di Amministrazione interamente dedicato al tema del percorso intrapreso per il reperimento delle risorse economico-finanziarie indispensabili alla realizzazione della terza corsia della A4. La data stabilita è mercoledì 4 aprile, o – in via subordinata, solo nel caso fosse impossibile predisporre per tempo la corposissima documentazione – il mercoledì successivo 11 aprile.

Durante i lavori del Consiglio, il vice Presidente Enzo Bortolotti ha illustrato le recenti attività per valorizzare l’area di Coccau-Pontebba (Ud) e i risultati della missione in Albania, alla quale ha partecipato con l’assessore regionale Ennio De Anna. Per l’area di Coccau, è in fase di approfondimento uno studio di fattibilità per la realizzazione di un parco fotovoltaico.

Il parco sarebbe  ospitato a margine del bosco che lo “maschererebbe” in una zona estremamente soleggiata e quindi con un doppio beneficio: nessun impatto ambientale e ottimizzazione dell’energia naturale. Nel resto dell’area potrebbero trovare posto, in nuovi capannoni, le attività artigianali attualmente insediati in edifici poco moderni e funzionali.

Con il Comune di Pontebba, invece, è stata esaminata la possibilità di utilizzare una porzione dell’area per la realizzazione di un parcheggio a servizio dell’ovovia, se il progetto andrà a buon fine. Estremamente interessanti le opportunità emerse durante la missione in Albania, dove è in programma, prossimamente, una conferenza tematica sulla gestione delle autostrade.

Nel Paese, inoltre, sono numerosi i bandi di gara per la realizzazione di infrastrutture bandi che prevedono la presenza, nelle Ati che concorreranno, di una società che gestisce autostrade. “Si tratta di opere – ha detto Bortolotti – che godono di vari fondi, anche italiani. E’ giusto, quindi, che anche le imprese italiane ne beneficino, e non solo quelle tedesche, inglesi e perfino americane”.

Altrettanto importanti le prospettive aperte dalla recente missione in Serbia effettuata dal presidente della Regione Renzo Tondo e alla quale ha partecipato, in rappresentanza di Autovie Venete, il consigliere Albino Faccin. In quell’occasione il presidente Tondo ha firmato un’ intesa finalizzata a sviluppare ulteriormente le collaborazioni già in essere per  consolidare il  partenariato nei settori industriale e commerciale, delle infrastrutture e dello sviluppo territoriale, nonché del turismo, della cultura, della ricerca scientifica e dell’innovazione, dell’ambiente e della formazione, assegnando particolare importanza allo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese.

”Si aprono nuove opportunità – ha spiegato il consigliere Faccin –  nuovi orizzonti collaborativi in diversi campi, anche per quanto riguarda le infrastrutture e proprio in questo ambito il know how di Autovie Venete risulterà prezioso”.

Lascia un commento