Morto l’afgano che ha tentato di uccidere Leon Panetta

L’afghano che ieri ha fatto esplodere un’auto sulla pista dell’aeroporto militare della provincia di Helmand, nell’Afghanistan meridionale, dove stava per atterrare un aereo con a bordo il Segretario alla Difesa americano Leon Panetta, è morto a seguito delle gravi ustioni riportate.

Lo ha detto il vice capo della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza, generale Curtis Scaparotti, per il quale l’attentatore aveva un contenitore di benzina a cui ha dato fuoco per realizzare l’attacco.

Lascia un commento