Martina Franca sotto choc sospese due maestre per maltrattamenti sui bimbi

Sospensione cautelare dal servizio nei confronti di due insegnanti di una scuola materna della cittadina della valle d’Itria, di 51 e 60 anni, ritenute responsabili di continui atti vessatori nei confronti dei loro alunni, tutti tra i 5 ed 3 anni.

Secondo gli investigatori, le vessazioni erano tali da compromettere l’equilibrio psichico dei piccoli. Le indagini sono partite nei mesi scorsi sulla base di denunce presentate da alcuni genitori che lamentavano maltrattamenti nei confronti dei propri figli avvenuti all’interno della scuola. Due bambini, di 3 e 4 anni, avevano detto ai genitori di non voler andare più a scuola e raccontato dei comportamenti impropri delle insegnanti. In seguito alla denuncia gli agenti hanno piazzato telecamere nascoste nelle aule e documentato i maltrattamenti, che sarebbero consistiti soprattutto in schiaffi e strattoni. La misura interdittiva è stata firmata dal gip del tribunale di Taranto Patrizia Todisco su richiesta del sostituto procuratore Giovanna Cannarile. Anche il dirigente scolastico ha avviato un’indagine interna. A carico delle due maestre ora potrebbe scattare il reato di abuso dei mezzi di correzione e disciplina.

Alcuni genitori dei bambini che frequentavano l’asilo di Martina Franca dove lavoravano le due insegnanti sospese avevano notato nei loro figli comportamenti insoliti al ritorno da scuola: apparivano agitati e dicevano di avere paura delle maestre e che non volevano avere più “le botte”. I poliziotti hanno ascoltato i bambini alla presenza di psicologi e assistenti sociali e poi è iniziata l’attività tecnica con le riprese filmate realizzate da telecamere nascoste. I video hanno confermato quanto denunciato dai genitori. Il dirigente della scuola materna ha espresso sconcerto e incredulità per l’accaduto e avviato accertamenti per dare supporto alle indagini della magistratura. Entrambe le maestre sospese hanno una lunga esperienza lavorativa.

Lascia un commento