Crotone, non è più rinviabile l’istituzione del Genio Civile in città

La Federazione Regionale Ordini degli Ingegneri della Calabria insieme all’Ordine degli Ingegneri di Crotone hanno ribadito l’urgenza dell’istituzione degli uffici del Genio Civile nella città pitagorica. Il Genio Civile a Crotone abbatterebbe costi e disagi per tutti quei professionisti che sono costretti a recarsi fuori provincia con il relativo allungamento delle procedure burocratiche.

Ubicarlo in città significa avere un supporto importante in settori particolarmente significativi per la sicurezza dei cittadini. Fondamentale, poi, è il servizio che svolge il Genio Civile in materia di lavori pubblici, edilizia e soprattutto per la tutela delle acque e sullo studio di fattori rischio geologico ed idrogeologico.

Ancora oggi però, Crotone aspetta a tal proposito risposte dall’attuale compagine regionale. “Si tratta – ha dichiarato il sindaco Vallone – di una richiesta legittima reiterata, in diverse occasioni, da tutte le istituzioni territoriali, Crotone ha diritto all’Ufficio di Genio Civile, lo sostengo non per puro spirito di bandiera ma per l’importanza che assume la presenza in città dell’Ufficio”.

Da tener presente che l’istituzione del Genio Civile a Crotone era stata deliberata dalla passata Giunta Regionale che non ha portato a compimento l’operazione per fine legislatura. Una precisazione fatta anche dal Sindaco Vallone che ha concluso dicendo. “Invitola Regionea snellire le procedure in quanto non si possono giustificare, in alcun modo, pastoie burocratiche in un settore vitale come la sicurezza dei cittadini”.

Considerando i disastri idrogeologici che si sono e si stanno verificando in questi giorni, nel territorio della Provincia di Crotone, non è più tempo di rimandare ad altra data l’istituzione del Genio Civile.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, non è più rinviabile l’istituzione del Genio Civile in città Crotone, non è più rinviabile l’istituzione del Genio Civile in città ultima modifica: 2012-03-14T17:01:00+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento