Riforma del mercato del lavoro decisione imminente

A sottolinearlo il Ministro del Lavoro, Elsa Fornero. Il Premier Monti e il Ministro, viene riferito, intendono chiudere tra il 21 e il 23 marzo. Il Governo “ha sempre lavorato per l’accordo con le parti sociali”.

L’accordo con le parti sociali è “l’obiettivo del Governo” e “per questa prospettiva lavoriamo in questa ultima fase”, afferma Fornero, sempre secondo quanto riferiscono alcuni partecipanti al tavolo. Al confronto, il sesto tra Governo e parti sociali sulla riforma del mercato del lavoro, cominciato al Ministero di via Flavia, partecipano tutti i leader delle organizzazioni sindacali e imprenditoriali.

Il contratto a tempo determinato “dovrà costare un po’ di più”. Lo dice il ministro del Lavoro, al tavolo con le parti sociali, secondo quanto riferiscono alcuni dei partecipanti. L’obiettivo del Governo è la riduzione dei livelli di disoccupazione del Paese, portandola “al 4-5% strutturale”. Questo è “un tassello essenziale ai fini della crescita, con un forte coinvolgimento del sud. Non c’é crescita senza equilibrio tra nord e sud”, avrebbe inoltre sottolineato Fornero.

I fondi per i nuovi ammortizzatori “non saranno presi dal fondo sociale”. Lo dice il ministro del Lavoro. “Il governo si impegna a trovare le risorse al di fuori dei capitoli di spesa sociale”, aggiunge. I nuovi ammortizzatori sociali andranno a regime nel 2015. Sarà accorciato il periodo di transizione della riforma, cominciando già da quest’anno.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin