Crotone, programma europeo latte nelle scuole

Umberto Lorecchio, consigliere provinciale con delega all’Agricoltura, comunica che le scuole ed i comuni interessati possono accedere attraverso Agea ai fondi comunitari per la distribuzione, agli alunni, di latte e prodotti lattiero caseari. Il Programma Europeo “Latte nelle scuole” riguarda oltre al latte, anche, yogurt, formaggio, siero di latte e altri deliziosi derivati, importanti per una buona alimentazione ed una dieta bilanciata perché ricchi di calcio, vitamine, minerali e altre sostanze nutrienti necessarie per la salute dei bambini. Si tratta di una vera e propria azione educativa, importante sotto l’aspetto nutrizionale perché i prodotti distribuiti permettono di completare un’alimentazione incompleta o non equilibrata destinata in primo luogo a mantenere o promuovere nelle scuole l’abitudine di consumare il latte o altri prodotti. Gli allievi potranno beneficiare dell’aiuto durante  tutto l’anno scolastico escluse le vacanze. L’aiuto, finalizzato a favorire il consumo del latte e di taluni prodotti lattiero caseari tra gli allievi che frequentano regolarmente istituti scolastici come gli asili nido, la scuola materna, primaria e secondaria, può essere erogato a Istituti scolastici pubblici o privati ovvero ad un’autorità didattica o Organizzazione costituita, a condizione che gli allievi ricevano il latte o i prodotti lattiero caseari ad un prezzo inferiore a quello massimo stabilito a livello ministeriale.

L’aiuto può essere erogato anche ai fornitori di tali prodotti che riforniscono i suddetti Istituti a condizione che il prezzo dei prodotti sia fatturato applicando una decurtazione di un ammontare pari all’importo dell’aiuto (prezzo scontato). La condizione necessaria per l’ottenimento dell’aiuto è: il riconosciuto di Agea a seguito di apposita domanda, la distribuzione agli allievi di latte e/o prodotti lattiero caseari ottenuti nel pieno rispetto della vigente normativa igienico sanitaria e di sicurezza degli alimenti e che il richiedente abbia presentato, nei termini previsti, apposita domanda di pagamento. La validità del riconoscimento nei confronti dei beneficiari richiedenti avrà durata quinquennale. I richiedenti (istituti scolastici /comuni/fornitori), che accedono alla procedura vedranno decorrere il proprio riconoscimento dalla data di acquisizione di Agea della relativa istanza, mentre la scadenza naturale per tutti i riconoscimenti emessi sarà il 31/08/2016. La domanda di pagamento deve essere presentata in due soluzioni: la prima entro il 30 aprile di ogni anno con riferimento al periodo settembre-gennaio, la seconda entro il 30 novembre con riferimento al periodo febbraio-agosto. Il programma di distribuzione di latte nelle scuole si prefigge scopi nutrizionali e al tempo stesso educativi, contribuisce alla lotta contro l’obesità e fornisce elementi essenziali per una crescita sana dei ragazzi.
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento