Rossella Urru e il gendarme mauritano Ely Ould Moctar non sarebbero liberi

Lo affermano Sahara Media e Ani, le due testate mauritane che avevano annunciato sabato scorso la liberazione della cooperante italiana e del poliziotto.

Ieri, riferiscono le stesse fonti, la madre del gendarme avrebbe ricevuto una telefonata nella quale si confermava che l’agente si trova ancora nelle mani dei sequestratori.

Lascia un commento