Più facile prenotare una visita a Napoli, si fa tutto online

145

Rivoluzione nella sanità campana. D’ora in avanti si potrà fare tutto comodamente da casa grazie al nuovo portale dell’Asl Napoli 1. Basterà cliccare suwww.aslna1.napoli.it e seguire le indicazioni. Ad illustrare la nuova procedura elimina code sono stati il governatore Stefano Caldoro e il commissario Maurizio Scoppa che, con il supporto del dirigente Fulvio Di Trapani, ha illustrato i servizi per i cittadini.

Sarà possibile verificare la disponibilità delle strutture dell’azienda per esami e visite specialistiche; si potrà quindi procedere alle prenotazioni. Il tutto attraverso un sistema semplificato che prevede l’inserimento dei dati all’interno di una ricetta medica riprodotta on line. Allo stesso modo si potranno disdire gli appuntamenti (che oggi nel 30 per cento dei casi non sono onorati). Sempre attraverso il sito è consentito il pagamento dei ticket (da lunedì) per codici bianchi e visite specialistiche, cosa finora possibile solo attraverso i circuiti tradizionali e le farmacie autorizzate o presso lo sportello istituito in via sperimentale nell’ospedale San Giovanni Bosco.

Il commissario Scoppa ha inoltre voluto un apposito spazio in cui poter dialogare con gli utenti rispondendo alle domande che di volta in volta verranno poste e un indirizzo mail a cui inviare segnalazioni e suggerimenti. Sul fronte della trasparenza la sfida è rendere il portale a prova di brogli. I fornitori inseriranno sul sito le fatture, che saranno validate e archiviate, e potranno verificare passo dopo passo l’iter per il pagamento di merci e prestazioni. Sono stati infine eliminati i cedolini cartacei per i circa 9 mila dipendenti dell’Asl e per i 3 mila medici convenzionati.

Per Caldoro si tratta di “un passo importante verso la costruzione di una sanità moderna e competitiva, anche per voltare pagina rispetto a un’immagine negativa che è stata offerta in passato. Ai cittadini offriamo servizi più efficienti e maggiore trasparenza”. D’accordo il generale Scoppa, secondo cui “il portale contribuirà a ridurre i tempi di attesa garantendo un notevole risparmio economico”.