La Pubbliemme chiede strada alla SportLab

298

Si gioca il tredicesimo turno in serie B1, ultima giornata del girone di andata. Riposo per il fanalino di coda Mymamy Reggio Calabria e per le prime due della classe Coserplast Matera ed Impavida Ortona. Giornata che pertanto potrebbe favorire le dirette inseguitrici.

Impegno ostico per la Pubbliemme Group Pizzo, a caccia di riscatto sul difficile campo della Zammarano Sportlab Foggia, altra corazzata del torneo. I Napitini di coach Cesare Pellegrino, reduci dalla sconfitta contro Ugento, non hanno sicuramente nulla da perdere e il loro obiettivo principale sarà quello di ben figurare in un gara in cui hanno il pronostico nettamente a sfavore. I pugliesi comunque non stanno attraversando un buon momento di forma e, dopo lo stop forzato di oltre un mese, hanno perso malamente lo scontro al vertice con il Pineto, ma giocando in casa hanno l’ulteriore vantaggio del pubblico, che già in passato si è dimostrato l’uomo in più in campo. Arbitri dell’incontro sono i signori Marco Colucci e Michele Labriola.

Sfida a distanza per due grandi del campionato, che provano a stabilizzarsi in zona play off ovvero Pineto e Brolo.

Il rischio maggiore è per la Dress Lines, di scena  sul difficile campo dell’Alma Mater Casandrino, squadra che finora ha ben figurato, anche se lo stop forzato per due settimane potrebbe dare qualche noia alla formazione campana. Abruzzesi in gran recupero nelle ultime giornata, grazie soprattutto al buon lavoro fatto dalla diagonale Lapacciana- Cittadino, oltre ai “big” Figliolia e Draghici. Gara diretta dai fischietti Riccardo Santarelli e Luca Grassia.

Non dovrebbe avere grossi problemi  invece la Ciesse che gioca in casa contro la Serapo Volley Gaeta. La squadra siciliana, dopo un avvio abbastanza altalenante, sembra aver trovato la migliore condizione e galvanizzata dalla prestigiosa  vittoria di Potenza, ha la ghiotta occasione di ristabilire i veri valori in questo torneo. Brolo sulla carta è certamente la squadra da battere e i numeri delle ultime giornate lo stanno ampiamente dimostrando. Roster di alto livello con l’intramontabile Nuzzo che continua a dar prova di essere opposto di categoria superiore e il “gigante” Costantino fra i migliori centrali del campionato. Squadra laziale che sembra più quadrata dopo l’arrivo del nuovo posto due De Luca, nell’ultimo turno sono riusciti a strappare un set all’Ortona. Arbitri della gara sono i signori Claudio Spartà e Andrea Luca Caniglia.

Chiude il quadro di giornata la sfida di Ugento, fra i padroni di casa dei Falchi e la Medical Center Potenza. Gara aperta a qualsiasi risultato, con i pugliesi che in casa hanno fatto finora molto bene e i lucani alle prese con una moltitudine di problemi. Sembrerebbe infatti in bilico la panchina di coach Dalù, il cui addio potrebbe essere solo questione di ore. I pugliesi di coach Cavalera invece tenteranno di sfruttare il fattore campo, oltre che la buona condizione dell’opposto Toma e del centrale Miraglia. Gara affidata ai signori Francesco Castra e Mario Bianca.

La Pubbliemme Group Pizzo impegnata sul campo della Zammarano Sportlab Foggia. Una gara fra due formazioni a caccia di riscatto dopo le sconfitte rimediate nello scorso week end. Il pronostico pende a favore dei padroni di casa, che oltre ad avere il vantaggio del fattore campo, hanno come obiettivo dichiarato il salto di categoria. La squadra napitina, con uno dei roster più giovani del girone, proverà a rendersi protagonista di una buona gara.

Locali guidati dal carismatico coach Bruno De Mori, che scenderanno in campo con la formazione tipo ovvero Di Noia in regia, opposto Mazzotta, centrali Porcello e Ferraro, di banda Damaro e la “stella” Cuda, libero Ameri. A completare la squadra foggiana, in panchina ci saranno Antonetti, Costantini, Mancini, Marcone e Fuganti.

Qualche problema per la Pubbliemme Pizzo di mister Cesare Pellegrino, alle prese con le non buone condizioni fisiche del “gioiellino” Bacca che dovrebbe però essere ugualmente in campo ad affiancare il compagno di reparto Piccioni. Per il resto diagonale Quartarone-Cannistrà, al centro Fierro e D’Agostino, libero Zito. In panchina Ferraiuolo, De Luca, Feroleto e Millitarì.

Curiosità sportive da mettere in evidenza: De Mori e Pellegrino, oggi affermati coaches, vantano un curriculum da atleti da grandi numeri.

Bruno De Mori, foggiano doc, ha iniziato la carriera nelle giovanili della squadra della sua città, poi per lui sei anni a Gioia del Colle in b1, a2, a1. Nella stagione 96-97 si trasferisce a Matera dove partecipa al campionato di serie a2, categoria nella quale rimane per altri tre anni indossando la maglia del Taranto. Nella città dei due mari disputa anche il campionato di massima serie nella stagione 2000-2001, per poi  spostarsi nell’ordine a Grottazzolina, Molfetta e Castellana.

Cesare Pellegrino nativo di Reggio Calabria, vanta undici campionati in massima serie tra Loreto, Chieti, Reggio Calabria e Salerno. Ben tre finali di coppa Italia fra Loreto e Chieti, oltre ad una finale di Coppa Cev nella stagione 79-80. Settanta presenze in maglia azzurra, con la quale ha partecipato alle Universiadi under 23, campionato europeo del 1979 e coppa Europea Internazionale.

Nella passata stagione, le due squadre si sono incontrate negli ottavi di finale di Coppa Italia, dando vita ad un’entusiasmante battaglia sia nella gara di andata che di ritorno. Una vittoria per parte, con lo stesso punteggio di 3 a 1 e ognuno di fronte al proprio pubblico. Ancora oggi nelle due formazioni militano i protagonisti di quella sfida: i napitini, Ferraiuolo, miglior in campo nel match giocato a Pizzo e il centrale D’Agostino, e i foggiani Fuganti mvp in terra pugliese, Antonetti, Damaro, Di Noia e Costantini.

Per la cronaca sportiva, la Zammarano si aggiudicò il set di spareggio, superando il turno e vincendo tra l’altro alla fine la rassegna. Ma quella era tutta un’altra storia…….