A Torino borsa di studio Vittorio Foa per studenti stranieri

120

Domani mercoledì 30 novembre, alle 17:00, nell’Aula Magna “Primo Levi” della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Torino (via Pietro Giuria, 7), saranno assegnati tre Premi di Studio “Nel nome di Vittorio Foa” per studenti stranieri iscritti al 1° anno nella Facoltà.

Interverranno il Rettore Ezio Pelizzetti, anch’egli chimico; il sindaco della Città di Torino Piero Fassino che fu legato da fraterni sentimenti di amicizia personale e politica con lo scomparso; il Preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Torino Alberto Conte, che farà gli onori di casa e Anna Foa, storica e nipote del grande uomo politico. Presiederà Iginio Ariemma, Presidente della Fondazione Di Vittorio. Vittorio Foa (1910-2008), torinese, è stata una delle figure più significative della politica italiana del ‘900. Eroe della Resistenza, padre costituente, strenuo difensore dei diritti dei lavoratori, scrittore di grande spessore e talento letterario, non ha mai cessato, durante tutta la sua lunga vita, di interrogarsi sul futuro e di cercare di comprendere le ragioni della giovani generazioni.

Per questo motivo la famiglia Foa ha deciso di onorarne la memoria istituendo 3 premi di studio a lui intitolati di 3.000 euro ciascuno riservati a studenti stranieri immigrati iscritti al primo anno di un corso di laurea triennale della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Torino, l’Ateneo dove Vittorio aveva studiato, laureandosi con lode in Giurisprudenza nel 1931, a soli 21 anni.