Incubo Po massima allerta maltempo

“Siamo molto preoccupati per quello che potrà avvenire nel bacino del Po”. E’ l’inquietante avvertimento del capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, al termine della riunione tenuta a Genova per fare il punto dopo l’alluvione.

A preoccupare particolarmente è il tratto del Po a valle del Tanaro: se verranno confermati nelle prossime ore i livelli di precipitazioni previsti, soprattutto sulla zona di Torino, si potrebbero raggiungere i livelli massimi storici di piena sul Po nella zona di Casale e più a valle. L’ondata di piena è prevista nelle prossime 24-36 ore (a partire dalla notte tra domenica e lunedì). “Massima attenzione” nel tratto del Po compreso tra la confluenza della Dora Riparia e la confluenza con il Tanaro e le zone di confluenza della Dora Baltea e del Sesia. È prevista invece per martedì l’ondata di piena del Po a Piacenza.

 La Protezione Civile avverte che il maltempo si estenderà al nord-est, con piogge intense e qualche temporale anche tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Rovesci elevati anche su Lombardia, Trentino, Veneto occidentale, Toscana centro-settentrionale, Emilia Romagna occidentale e Sardegna. Domenica le perturbazoni si sposteranno verso Sardegna, Lazio meridionale, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin