Giulianova per non dimenticare

Una grande manifestazione che partirà domenica 6 novembre e si concluderà domenica 20 novembre. Il tutto per festeggiare degnamente a Giulianova (TE) l’Unità d’Italia. La Municipalità giuliese, a seguito delle manifestazioni relative ai festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia, in collaborazione con il Circolo Filatelico Numismatico Rosetano, l’Associazione Nazionale Superstiti Reduci e Famiglie Caduti Divisione Acqui, con Giulianova Patrimonio, con l’associazione d’Armi e Corpi Sanitari di Giulianova, con l’Associazione Culturale Terra e Mare e con il patrocinio della Provincia di Teramo, organizzano nei giorni dal 6 al 20 novembre prossimi, presso il Centro Congressi Palazzo Kursaal, la manifestazione dal titolo “Per non dimenticare…”.

La stessa manifestazione prevede tre Mostre, la prima quella fotografico/documentaria dal titolo “I giorni di Cefalonia e Corfù. La scelta della Divisione Acqui e la resistenza dei militari italiani al nazismo”. La seconda è una mostra basata sulla storia postale filatelica dal titolo “La Divisione Acqui e la Posta (1940-1943)”. La terza è invece una mostra libraria con testi e volumi esposti che riguardano la guerra dell’Egeo, in particolare riferimento agli scritti che parlano dell’eccidio di Cefalonia ed ha il titolo di: “I libri raccontano l’eccidio di Cefalonia”. La prima mostra si avvale di una cospicua parte di materiali curati da Orazio Pavignani, presidente della Sezione di Bologna e Ferrara dell’Associazione nazionale superstiti, reduci e famiglie caduti Divisione Acqui. Di quella mostra sono qui stati proposti i pannelli che riguardano le vicende del nostro esercito a Cefalonia e Corfù, dal momento dell’occupazione nazifascista all’epilogo del settembre ’43, consentendo così un importante inquadramento storico e geografico che aiuta a ricomporre i contorni complessivi di quei fatti.

La seconda parte dell’esposizione riproduce invece alcuni documenti originali: fotografie, lettere, oggetti e diari conservati dalle famiglie veneziane, che ci consentono di ricostruire la vita quotidiana di alcuni militari veneti sull’isola ionica nei mesi immediatamente precedenti il settembre ’43. Il fervore delle numerose iniziative culturali e di ricerca portate avanti delle varie Associazioni, così come le ultime doverose manifestazioni di recupero della memoria da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, hanno fatto sì che un episodio oscuro e dimenticato del passato conflitto mondiale sia stato riportato alla luce tributando ai martiri di allora il giusto valore quale simbolo per le generazioni future. La seconda mostra fa parte della collezione del Generale Renato Capuano.

L’esposizione illustra le vicende storico-postali nell’ambito della 33^ Divisione di fanteria da montagna Acqui, nel corso del secondo conflitto mondiale. I documenti postali abbracciano il periodo che va dall’anno 1940 al settembre 1943. Nei primi mesi dell’occupazione delle Isole Jonie, furono introdotti francobolli e cartoline postali italiane con la sovrastampa “Isole Jonie”. Questi valori furono utilizzati in diverse circostanze e per svariati usi: civili; militari; affrancature miste; per l’interno della Grecia; per la madrepatria, l’Italia. Le autorità militari italiane di occupazione disposero, inoltre, anche la soprastampa di valori postali greci, che fu eseguita in ordine sparso sia per le date sia per le modalità pratiche della soprastampa stessa.

La terza mostra, quella dedicata ai libri scritti e stampati per ricordare e approfondire la vicenda di Cefalonia, fa parte della collezione privata del collezionista di storia della 2^ Guerra Mondiale, Giuseppe Pollice. Sono in mostra a Giulianova, all’interno del palazzo Kursaal, i volumi stampati in questi anni sulla guerra delle isole Jonie a partire dal primo ormai introvabile libro scritto nel 1945 e si arriva fino all’ultimo libro scritto quest’anno ad ottobre. L’inaugurazione della manifestazione e relative mostre avverrà domenica 6 novembre alle ore 9,30, in concomitanza con l’apertura, al Centro Congressi Palazzo Kursaal di Giulianova al Lungomare Zara, di uno sportello filatelico, richiesto alle Poste Italiane Filatelia, dal comitato organizzativo della manifestazione. Nello sportello i partecipanti potranno obliterare grazie ad un annullo postale speciale, realizzato appunto per la manifestazione, tutta la corrispondenza in partenza. Inoltre sempre allo stesso sportello l’organizzazione della manifestazione, offre ai presenti due cartoline ideate e stampate che riproducono la prima uno scorcio, ripreso da un dipinto, dell’isola di Cefalonia visto dall’artista Giorgio Mattioli, mentre la seconda mostra la bandiera italiana e quella greca con sopra la scritta della manifestazione impressa sopra i confini dell’isola di Cefalonia.

La manifestazione prevede inoltre il coinvolgimento dell’Università degli studi di Teramo, del Liceo Scientifico Marie Curie di Giulianova, oltre a tre giornate dedicate a convegni sempre ispirati a fatti ed episodi della seconda guerra  mondiale. Sempre nell’ambito della manifestazione sono state coinvolte e invitate a Giulianova alcune tra le più alte cariche militari presenti nella provincia di Teramo a rappresentare l’Esercito, Guardia di Finanza, Carabinieri, Marina Militare, Ordinariato Militare e il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Nell’ambito della manifestazione è stato indetto uno studio sul periodo di guerra che si intende ricordare, curato dal Liceo Scientifico Marie Curie di Giulianova, esteso agli Istituti Superiori delle città teramane che hanno avuto un soldato caduto nell’eccidio di Cefalonia. Le città coinvolte nel progetto sono oltre a Giulianova, quelle di Mosciano Sant’Angelo, Nereto, Sant’Egidio alla Vibrata, Silvi e Teramo.

Anche i sindaci Orazio Di Marcello (Mosciano), Stefano Minora (Nereto), Rando Angelini (S. Egidio), Gaetano Vallescura (Silvi) e Maurizio Brucchi (Teramo), sono stati invitati a presenziare e a ritirare una riproduzione a tiratura limitata del dipinto “La Casetta Rossa” opera del maestro Giorgio Mattioli, che l’ha realizzata appositamente per la manifestazione Le Mostre e i convegni previsti a Giulianova spiaggia, si svolgeranno all’interno dei locali del Centro Congressi Palazzo Kursaal, che resterà aperto tutti i giorni dal 6 al 20 novembre 2011, mentre i convegni si svolgeranno nelle tre domeniche comprese nel periodo e precisamente nelle mattine del 6, 13, e 20 novembre 2011. L’ingresso alla manifestazione così come quello ai convegni e alle tre mostre è libero e gratuito.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin