Daniele Gatto potrebbe tentare il suicidio

Massima sorveglianza per Daniele Gatto, reo confesso dell’omicidio passionale di Lamezia Terme nel Catanzarese. Il timore è che possa fare gesti inconsulti. “A dire il vero – ha detto un investigatore – Gatto non sembra pentito per quello che ha fatto, ma è bene tenerlo sotto controllo perché i suoi comportamenti possono essere imprevedibili”.

Entro domattina, intanto, dovrà essere convalidato il fermo di Gatto, accusato di omicidio volontario aggravato dai motivi abbietti e dal vilipendio di cadavere.

Dalle indagini è emerso che Gatto non ha premeditato l’omicidio, che è stato la conseguenza di una sua reazione dopo che la fidanzata gli aveva detto che voleva lasciarlo.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin