Marlene di Praia a Mare ancora un rinvio

80

Una storia senza giustizia. Tarda, infatti, ad iniziare il processo ai 13 ex responsabili e dirigenti dello stabilimento Marlane Marzotto di Praia a Mare, dismesso nel 2004, accusati della morte per tumore di una cinquantina di lavoratori.

Per la quarta volta in otto mesi il processo è stato rinviato. La decisione è stata presa dai giudici del Tribunale di Paola (CS) dopo alcune ore di camera di consiglio. Davanti al Tribunale c’è stato un sit in di protesta di familiari delle vittime e associazioni ambientaliste.

Una vicenda che lascia l’amaro in bocca tra i cittadini dell’Alto Tirreno cosentino in attesa da troppi tanti anni venga resa giustizia alle persone che sono state letteralmente avvelenate.