Girolio d’Italia 2011 le tappe del gusto tricolore

170

Girolio d’Italia 2011, progetto fortemente voluto e organizzato dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio, ha ricevuto direttamente dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, la medaglia d’argento per il suo alto valore divulgativo messo in atto percorrendo in lungo e in largo lo Stivale attraverso 17 regioni olivetate italiane alla scoperta delle cultivar locali, della cultura olivicola e della sua storia nell’Italia Unita da 150 anni. La notizia del conferimento della medaglia del Capo dello Stato, la presentazione dei testimonial territoriali che accompagneranno le varie tappe e il programma di Girolio d’Italia sono stati presentati a Roma presso la Stampa Estera, alla presenza del Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi, dell’Assessore del Comune di Andria e coordinatore della Puglia Benedetto Miscioscia, dell’Assessore della Provincia di Foggia e Vicepresidente Anco Antonio Savino Santarella e dei sindaci delle Città dell’Olio aderenti all’iniziativa, nel corso della conferenza stampa condotta dal giornalista Franco Poggianti. “Girolio d’Italia si presenta come il “grande evento” di Città dell’Olio – spiega il Presidente dell’Associazione Nazionale di Città dell’Olio Enrico Lupi – pensato per valorizzare al meglio la produzione olivicola nazionale e l’adesione della Presidenza della Repubblica ne conferma l’importanza rendendoci orgogliosi del lavoro portato avanti sui territori olivetati. Le date delle varie tappe sono state individuate dai singoli coordinamenti regionali in modo da poter ricalcare le tempistiche di raccolta e molitura delle olive che è diversa in ogni regione. Un viaggio a tappe – prosegue Lupi – che coincide con i tanti eventi che su e giù per lo Stivale si susseguono da ottobre a dicembre in onore dell’oro verde, tenuti a battesimo da personaggi famosi che hanno accettato con onore di essere ambasciatori del territorio a fianco della nostra Associazione. Dalla Sicilia al Trentino, 150 anni dopo l’Unità, l’Italia si riunisce ancora una volta sotto un’unica bandiera, quella delle Città dell’Olio”.  Girolio d’Italia rappresenta una vetrina importante non solo per la Città dell’Olio che la ospita ma per l’intera regione ed è per questo che tutta la Puglia dell’olio si riunirà domenica 4 dicembre ad Andria a partire dalle ore 10:00 del mattino, per prendere parte – in Piazza Vittorio Emanuele II, nel cuore della Città di Andria, alla presenza di tutti i soci pugliesi, del Presidente Nazionale, delle autorità locali e dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Regionale Dario Stefano – alla cerimonia inaugurale della dodicesima tappa del Girolio d’Italia 2011 con taglio del nastro, intonazione dell’inno nazionale e alzabandiera con il Tricolore e il vessillo delle Città dell’Olio. Una cerimonia che proseguirà presso il 1° Circolo Didattico “Oberdan” di Andria – vincitore regionale dell’ultima edizione del Premio Bimboil – con la piantumazione di un albero di olivo donato sabato 3 dicembre dalla Città di Pescara, che proprio in quel giorno ospita la tappa regionale dell’Abruzzo. Alle ore 18:00, la parte istituzionale dell’evento si concluderà con la cerimonia vera e propria di passaggio del testimone tra la tappa andriese e la successiva, con il talk show sulle Monocultivar di Puglia Unite e la firma della pergamena con l’Assessore Regionale all’Agricoltura Dario Stefano, il Sindaco di Andria Nicola Giorgino e il Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi. Per tutto il giorno rimarranno aperti nel centro storico di Andria, stand degustativi dell’olio extravergine prodotto nelle varie Città dell’Olio pugliesi e il Mercatino dell’Antiquariato e del Baratto, con animazione di strada, rievocazione di antichi mestieri della cività contadina e la molitura delle olive direttamente in piazza con tanto di frantoio, a fare da palcoscenico. Al mattino intanto, si aprirà una golosa parentesi: la preparazione di una bruschetta tricolore gigante a forma di Italia a cura dei panificatori della Città di Andria. Al termine della giornata piena di eventi della tappa andriese di Girolio d’Italia 2011, verrà effettuata anche la premiazione degli Chef partecipanti all’edizione 2011 della manifestazione Qoco, insieme al comico foggiano Pino Campagna. Girolio d’Italia 2011 prende il via il 15 ottobre dalla Sicilia, a Castelvetrano, per percorrere in lungo e in largo lo Stivale alla scoperta delle cultivar locali, della cultura olivicola e della sua storia nell’Italia Unita da 150 anni. Una vera e propria staffetta del gusto, che ha messo d’accordo 17 regioni olivetate italiane animate dalla volontà comune di promuovere e valorizzare una delle produzioni più importanti della nostra agricoltura. Lo stesso spirito di condivisione e unità di intenti che le regioni attraversate dal Girolio d’Italia testimonieranno firmando a ogni tappa la pergamena disegnata dall’artista Ro Marcenaro appositamente per dare forma a quell’ideale “testimone” che appuntamento dopo appuntamento risalirà il Bel Paese dalla Sicilia al Trentino. Un testimone dipinto con i colori del Mediterraneo, dall’azzurro del Mare Nostrum al verde degli oliveti, con una grafica divertente e un richiamo al tricolore dato dalle bandierine posizionate in prossimità delle Città dell’Olio sede di ogni tappa. Insieme alla sottoscrizione della pergamena, il passaggio completo di consegne tra una tappa e la successiva avverrà con l’omaggio “al successore” di una pianta di olivo della cultivar locale che verrà poi affidata ad una scuola con lo scopo di promuovere tra i giovani uno scambio di storia e cultura legate all’olio tra le varie regioni.