Gioia Tauro, in manette Giuseppe Furfaro per droga

Un uomo di Gioia Tauro, Giuseppe Furfaro, 49 anni, è stato arrestato dai poliziotti della sezione investigativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gioia Tauro diretto da Francesco Rattà, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della provincia di Reggio Calabria, Carmelo Casabona, con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente, tipo marijuana. Alle ore 20:30 di venerdì, durante i servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare di quelli riconnessi allo spaccio di sostanze stupefacenti o psicotrope, gli uomini della Sezione Investigativa del Commissariato di Gioia Tauro, hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Furfaro, di cui avevano seguito i movimenti durante gli ultimi giorni. Nel corso dell’attività, gli operanti hanno ritrovato al piano terra della sua abitazione, dentro una borsa termica, una busta di plastica all’interno della quale, abilmente occultati in cinque bustine di plastica, vi erano alcuni involucri, di differente peso, contenenti sostanza erbacea risultata al narcotest stupefacente del tipo canapa indiana, con una ulteriore bustina contenente semi, per un peso complessivo di 55,75 gr. Nella stessa busta, assieme alla sostanza stupefacente, venivano rinvenute 400 bustine di cellophane vuote e pronte per essere utilizzate per il confezionamento in dosi della sostanza ed un bilancino di precisione digitale. Nella stessa stanza, adibita a cucina soggiorno, sono stati ritrovati due portafogli, all’interno dei quali erano custoditi 4.215,00 euro di vario taglio, ritenuti provento dell’attività delittuosa dello spaccio di droga. Conclusa l’operazione, Giuseppe Furfaro, è stato arrestato e condotto nel carcere di Palmi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin