Pentone, scontro Notte Piccante e Festa della Madonna di Termine

Rita Paonessa

La Festa della Madonna di Termine e il concerto di Eugenio Finardi: il 10 settembre. La serata clou della Notte Piccante: il 10 settembre. A meno di non possedere il dono dell’ubiquità, un evento esclude l’altro: la festa più importante del centro presilano rischia di registrare un calo delle affluenze. Al concerto e – soprattutto – alla processione lungo i colli del giorno dopo, appuntamento fisso di migliaia di pellegrini provenienti dal capoluogo e dai paesi limitrofi. Dal suo blog, spaziokultura.blogspot.com, Vincenzo Marino ha lanciato l’appello. Il professore ha raccolto le firme, per contestare la data della Notte Piccante. All’azione si sono associati il sindaco, Raffaele Mirenzi e il parroco e presidente del Comitato Festa, Don Gaetano Rocca. Tre lettere e duecento firme protocollate all’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro. Unanime l’intento: segnalare il malcontento del paese e puntualizzare l’opportunità di evitare simili sovrapposizioni. I pentonesi attendono. La raccolta firme illumina almeno tre parole: partecipazione, programmazione. E sistema.