Trieste, approvato il piano immigrazione 2011

La Provincia di Trieste ha approvato il nuovo Piano Territoriale Immigrazione 2011 in base al Protocollo d’Intesa con la Regione per l’attuazione dell’Azione 4.1 “Servizi territoriali e sociali” del Programma regionale.Il Piano Provinciale per l’Immigrazione prevede un tavolo operativo con Comuni, Enti ed Organizzazioni/Associazioni del privato sociale. Le linee di intervento riguardano i settori dell’Informazione, dell’integrazione socio-occupazionale, della promozione dell’interculturalità. “Il Piano annuale della Provincia – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali, Roberta Tarlao – è finanziato con il Fondo Regionale per gli interventi in materia di Immigrazione che per l’anno in corso ammonta complessivamente a circa 196.000,00 euro. Questa risorsa verrà utilizzata suddivisa in quote su tre macroaree/obiettivo, che corrispondono all’organizzazione di attività di orientamento e informazione a supporto dell’inserimento socio-lavorativo del Servizio Lavoro provinciale, in raccordo con l’Assessorato alle Politiche Attive del Lavoro e della Formazione; alla definizione di una Rete di sportelli di prime informazioni con la collaborazione di soggetti del privato sociale del territorio e al potenziamento del progetto di mediazione interculturale proposto nell’ambito dei Servizi socio-assistenziali ed educativi dei Comuni”. “E’ importante nell’interesse dell’intera cittadinanza – ritiene l’Assessore Roberta Tarlao – che nella nostra realtà provinciale vengano curate azioni di coordinamento in particolare nel settore informativo per una migliore, più efficace connessione tra la Rete informativa delle Organizzazioni/Associazioni, le iniziative di mediazione interculturale sostenute dalla Provincia e i Servizi di competenza dei Comuni, lo Sportello della Prefettura, l’Ufficio Immigrazione della Questura, gli Uffici del Lavoro della Provincia stessa, in considerazione anche delle nuove istanze di integrazione sociale che avanzano da parte di associazioni di stranieri del territorio”. Il fenomeno dell’immigrazione nella provincia di Trieste è una realtà in continua evoluzione. Secondo i dati rilevati dall’Osservatorio delle Politiche Sociali della Provincia di Trieste, al 31 dicembre 2009 risultano 17.961 cittadini stranieri residenti, con un incremento di 1.433 unità in più rispetto l’anno precedente. L’incremento è da attribuire alla stabilizzazione degli stranieri nel territorio provinciale con ben 1828 nuovi nati da popolazione straniera, di cui 1763 nati nel comune di Trieste. Gli stranieri residenti nella provincia incidono per il 7%  sulla popolazione totale provinciale che era di 236.546 residenti al 31 dicembre 2009. L’Osservatorio delle Politiche Sociali e l’Ufficio Statistica della Provincia osservano che la popolazione straniera è pressoché costituita da persone fino ai 65 anni d’età: infatti, nella provincia di Trieste le fasce d’età da 0 a 65 rappresentano il 96,3% dei maschi stranieri e il 95,1% delle femmine straniere. Si tratta quindi di una popolazione attiva e di minori, caratterizzata da bassi indici di vecchiaia e di dipendenza. Considerando il complesso della popolazione provinciale, le stesse fasce d’età rappresentano rispettivamente il 77,0% del totale dei maschi residenti e il 68,8% del totale delle femmine residenti. Inoltre, come si evince dai dati regionali delle anagrafi, le migrazioni dall’Est, e in particolare dalla ex Jugoslavia, rappresentano nella provincia la consistenza più elevata di popolazione straniera.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin