Il più grande flash mob della Calabria

Marina di Zambrone, 11 agosto 2011, pochi minuti dopo le ore 18.00: tutto è pronto per il flash mob su spiaggia più grande della Calabria. C’è tantissima gente sulla spiaggia bianchissima, come al solito, ma in tanti sono a conoscenza di quanto di speciale sta per accadere e dell’imminente evento, anche se tutti fanno finta di nulla e sembrano essere in quel luogo per un semplice bagno, per prendere il sole, per un giovedì pomeriggio tutto agostano e calabrese… Poi, all’improvviso, la spiaggia sembra svuotarsi di colpo in un’area ben precisa, la folla si ritrae e lascia un enorme cerchio di sabbia vuoto per poi, subito dopo, inondarsi improvvisamente di una vera e propria marea umana. È il più grande flash mob su spiaggia che si realizza in Calabria dopo giorni e settimane di lavoro svolto al computer, tra amicizie, link, pagine facebook, YouTube, messaggi e condivisioni virtuali sui socialnetwork. Un gigantesco flash mob in spiaggia per dare il benvenuto a tutti i turisti, un evento unico e organizzato dalla Pro Loco Zambrone. Ma ecco i particolari cronologici dell’evento: alle 18.15 nell’aria si diffonde la musica dell’Inno d’Italia, graffiante e suonato con la chitarra elettrica. Al centro del grande cerchio di vuoto c’è un ragazzo  ammantato della bandiera tricolore e una simbolica chitarra per simularne il suono. Poi, poco dopo, arrivano prorompenti i ritmi di motivi musicali dal sapore “estivo” e ad alto volume e una marea di persone che corrono all’unisono in direzione della spiaggia lasciata libera poco prima. Un flash, tutti si muovono e saltano allo stesso modo come fossero stati istruiti. La gente attorno resta piacevolmente stupita e in molti cercano di seguirne i passi. Dopo pochi minuti la musica sembra essere terminata ed ecco, invece, la grande sorpresa: si diffonde nell’aria un suono di tamburelli e organetti e inizia la danza della tarantella sulle note di una travolgente, tipica “sonata riggitana”. Una danza a cui nessuno rimane indifferente. Donne, uomini e bambini iniziano ad unirsi alla danza e sulla spiaggia di Zambrone un’onda umana si muove assieme seguendo i passi di un’antica danza calabrese. Un flash mob, un modo, per la Pro Loco Zambrone, di dire “Benvenuti!” a tutte quelle persone che hanno scelto la Calabria, e in particolar modo Zambrone, per passare le vacanze. Un sogno di una ragazza, la Segretaria della Pro Loco, Mariella Epifanio, di un gruppo di amici, e l’unione di diverse forze completate dalla caparbietà calabrese.  Al progetto hanno voluto aderire e collaborare l’insegnante di danza, Antonella Ferraro, di Progetto Danza di Porto Salvo di Vibo Valentia, che ha creato la coreografia inserita su YouTube e seguita dai partecipanti dell’evento in rete. (Sono state registrate più di 1200 visualizzazioni in soli 5 giorni); DJ Marlyn (all’anagrafe Giuseppe Grillo), che ha creato la base musicale per il flash mob; tutte le strutture turistiche presenti alla marina di Zambrone, che hanno condiviso il sogno e l’idea di dare alla Marina un volto giovane, mettendo anche a disposizione i loro animatori; il Presidente e gli amici della Pro Loco Zambrone, e dell’Associazione Calabria Etnica di Reggio Calabria che ha fornito la tipica e irresistibile sonata riggitana. Un bel flash mob nato dall’unione di menti e professionalità. A caldo (e, dato la temperatura, molto a caldo) abbiamo voluto chiedere a Mariella Epifanio alcune considerazioni sulla riuscita dell’evento, ecco cosa ci ha risposto: “E’ stata un’emozione immensa vedere tantissima gente che non conoscevo, ma che ha condiviso l’evento creato da me su facebook, ballare tutta assieme come se fosse stata istruita nella stessa scuola di danza, venuta apposta da varie parti della Calabria e addirittura da fuori regione. La locandina, da me creata per sponsorizzare l’evento in rete, aveva su scritto ((Non sono i luoghi ad essere magici ma sono le persone a renderli tali))”. Brava, aggiungiamo noi, l’ideatrice Epifanio ad aver organizzato un evento estivo che, seguendo le mode e le dinamiche del mondo virtuale, ha  fatto incontrare, per un lunghissimo attimo di 15 minuti, la dimensione della rete internet con la realtà e nella realtà tangibile, con l’unione, l’amicizia, la conoscenza, la vicinanza e la condivisione del divertimento.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin