Pizzo, lavoro nero stangata da 30 mila euro ad un ristoratore

Pesanti sanzioni ad un noto ristorante-pizzeria della Marinella di Pizzo nel Vibonese. Gli uomini della locale Stazione Carabinieri ed i loro colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Vibo Valentia, che già nei giorni scorsi avevano effettuato numerosi controlli nella zona, hanno ispezionato il locale al fine di verificare la regolarità dell’assunzione dei numerosi dipendenti. Ai militari dell’Arma non c’è voluto molto per scoprire come ben 6 dipendenti, di cui due minori dei 18 anni, non fossero in regola con la documentazione. Infatti la titolare dell’attività, M.G.I. di Pizzo, aveva omesso di provvedere alla loro registrazione, alla comunicazione dell’assunzione al centro provinciale per l’impiego, alla consegna della dichiarazione attestante l’avvenuta registrazione e, per i minorenni, agli obbligatori accertamenti sanitari volti ad attestarne l’idoneità al lavoro. Una serie di gravi mancanze che sono costate alla ristoratrice ben 30 mila euro di contravvenzioni, oltre all’obbligo di provvedere all’immediata regolarizzazione dei propri dipendenti.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin