Quarto, in manette il latitante Antonio Iannone

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno fatto irruzione in una villa a Quarto, in provincia di Napoli e catturato il latitante Alessandro Iannone, 34 anni, già noto per associazione camorristica, e ritenuto il reggente del clan  “Longobardi-Beneduce” di Pozzuoli.  Iannone era ricercato dalla notte del 24 giugno 2010, quando si era dato alla macchia per sfuggire all’arresto durante il blitz dei carabinieri di Napoli contro i clan di Pozzuoli che ha portato alla cattura di 84 suoi complici ritenuti, a vario titolo, responsabili di associazione camorristica, tentato omicidio, estorsione, traffico e spaccio droga ed altro.  I militari dell’Arma lo hanno “stanato” questa mattina mentre dormiva, da solo, in una villa nella sua città natale. A nulla è valso il sofisticato sistema di videosorveglianza e il tentativo di fuga da un cunicolo che lo avrebbe portato sul retro della casa, visto che i militari dell’Arma l’avevano circondata prima di farvi irruzione. Iannone non era armato e aveva con sé una minuziosa rassegna stampa di quotidiani locali che parlavano della sua latitanza.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin