Palmi, la Regione illustra il bando case accessibili per i disabili

L’assessore regionale al Lavoro e Politiche sociali Francescantonio Stillitani ha partecipato a Palmi ad un incontro con i rappresentanti dell’amministrazione comunale e quelli delle associazioni di volontariato operanti sul territorio, per fare il punto sul bando per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle abitazioni private, denominato “Case accessibili” e già pubblicato sul bollettino ufficiale. All’incontro – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale – era presente anche il consigliere della Provincia di Reggio Calabria, Giovanni Barone. “L’obiettivo di queste riunione – ha detto Stillitani – è quello spiegare direttamente a tutte le associazioni e le amministrazioni comunali il contenuto e le modalità di accesso ai bandi regionali”. Una campagna di sensibilizzazione che l’assessore Stillitani sta portando avanti per concordare e concertare i vari provvedimenti che interessano il sociale. “Sotto quest’ultimo aspetto – ha evidenziato Stillitani – giudico positivamente il lavoro svolto dalle associazioni di volontariato e delle amministrazioni comunali per diffondere e portare a conoscenza dei potenziali beneficiari il bando sulle ‘Case accessibili’ che scade l’8 settembre prossimo. Entro l’8 ottobre i Comuni dovranno istruire le pratiche e trasmetterle al Dipartimento Lavoro e Politiche sociali. Dopodiché, un’apposita Commissione, predisposta dall’assessorato, stilerà la graduatoria definitiva per i beneficiari del bando. La dotazione finanziaria è di 5 milioni e 200 mila euro. Ma – ha spiegato l’assessore al Lavoro – se le domande dovessero superare le risorse messe a disposizione siamo pronti ad integrare il finanziamento”. Il bando “Case accessibili” da la possibilità a portatori di handicap di richiedere un contributo fino a 25mila euro per l’abbattimento della barriere architettoniche nelle loro abitazioni. La quota di contributo pubblico per ogni singolo progetto sarà commisurata al reddito ISEE annuo del nucleo familiare di appartenenza. Per quanto riguarda, invece, il ruolo degli Enti locali, e dei Comuni in particolare, Stillitani, sollecitato anche dai rappresentanti dell’amministrazione comunale di Palmi, ha spiegato che “i Comuni, oltre che distribuire i soldi direttamente ai beneficiari, avranno il compito di verificare l’esatta compatibilità degli interventi richiesti con le norme urbanistiche vigenti. Stiamo investendo molto nel campo delle politiche sociali – ha detto infine Stillitani – in un momento particolare in cui il Governo nazionale ha sensibilmente ridotto le risorse destinata a questo settore”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin