Percolo a cielo aperto a Masseria Pantano il Gaas si mobilita

Anna La Cecilia

Giovedì 28 Luglio, alle ore 18:00, i volontari del “Gruppo di Azione e Animazione Sociale” si incontreranno presso la storica “Masseria Pantano” per tentare di mettere in sicurezza, seppur precaria, un pozzo a cielo aperto presente nel cortile della Masseria. L’azione mira a salvaguardare, per quanto possibile, l’incolumità di chiunque possa accidentalmente cadere all’interno del pozzo, in questo periodo per di più avvolto  da una folta ed alta vegetazione che ne impedisce la visuale. Masseria Pantano è spesso frequentata da bambini del quartiere limitrofo che vi si recano mossi dal desiderio di giochi avventurosi, lontani dagli occhi degli adulti. Nell’intenzione del Gaas si vuol quindi cercare di evitare tragedie quali quella dei fratellini di Gravina, “davanti alle quali si può solo constatare la responsabilità di tutti coloro che hanno l’obbligo morale di preservare i bambini dai pericoli derivanti dalla loro ingenuità e curiosità. Si spera che le istituzioni, insieme ai proprietari della Masseria – si legge in una nota – possano trarre spunto da questa iniziativa per mettere in definitiva sicurezza l’area in oggetto e, perché no, continuare ad impegnarsi per una futura valorizzazione di un bene archeologico che, seppur in totale e vergognoso stato di abbandono e degrado, rappresenta un indiscutibile patrimonio  storico della città di Foggia”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin