Forgiara nel Friuli, annegano nel lago di Corino due fratelli lombardi

Due fratelli di 25 e 16 anni, residenti in provincia di Milano, sono annegati nelle acque gelide del lago di Cornino, nel comune di Forgaria nel Friuli, in provincia di Udine. Erano in vacanza a casa dei nonni, insieme con il terzo fratello, di 18 anni. Secondo le prime ricostruzioni, i tre ragazzi lunedì mattina avevano deciso di realizzare un disegno del panorama del lago, e per questo si erano arrampicati su alcune rocce che costeggiano il pittoresco specchio d’acqua. All’improvviso, intorno alle 14.30, uno dei fratelli – che non sapeva nuotare – è scivolato su una roccia bagnata, finendo in acqua. In quel punto il lago è profondo circa due metri. Secondo quanto riferito dal vicesindaco di Forgaria, Enrico Frucco, uno degli altri due fratelli si è subito gettato in acqua nel tentativo di salvarlo, mentre il terzo correva a cercare aiuto. I due ragazzi in acqua però non sono riusciti a risalire la sponda, resa viscida dalla presenza di muschio, anche perché impacciati dai vestiti, e ben presto sono rimasti paralizzati dal freddo: la temperatura del lago di Cornino, formato da risorgive del fiume Tagliamento, è intorno ai 6/7 gradi. Il fratello 18enne ha raggiunto la casa di alcuni vicini e alle 15.15 ha dato l’allarme al 118: sono intervenuti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Trieste e il nucleo Saf (Speleo Alpino Fluviale) di Udine, che però hanno potuto soltanto recuperare i corpi dei due fratelli, a pochi metri dalla riva. Le salme sono state trasportate alla camera mortuaria di Cornino. Sulla vicenda la magistratura ha aperto un’inchiesta per certificare la dinamica dell’incidente.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin