Scalea, torna il Laos Jazz Fest

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, che ad ogni appuntamento ha fatto registrare il “tutto esaurito” nello splendido scenario del Giardino di Palazzo Spinelli, a Scalea torna, per il quinto anno consecutivo, il “Laos Jazz Fest”, evento creato dall’Associazione culturale Pìcanto e realizzato in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale (in quanto fortemente voluto dal Sindaco Pasquale Basile e dall’Assessore al Turismo e Spettacolo Giuseppe Forestieri) con il contributo di Banca Carime S.p.a. e di Infotel Service S.r.l. e con il supporto dell’Hotel Club Santa Caterina. Il festival, anche quest’anno inserito nel prestigioso circuito del Peperoncino Jazz Festival on Tour 2011, presenta un programma artistico di grandissima qualità e verrà inaugurato domani sera (lunedì 18 luglio) alle ore 22.00 in una nuova ma sempre suggestiva location sita nel centro storico del comune tirrenico (Piazza Maggiore De Palma) ad opera del talentuoso chitarrista svedese Lutte Berg. Figura centrale della scena musicale scandinava, Lutte Berg è uno dei migliori esponenti della chitarra fretless e si contraddistingue per l’uso del tutto personale del pedale del volume, della whammy bar e della tecnica del legato. Il chitarrista, che nella sua carriera ha collaborato con importanti musicisti quali, tra gli altri, Pino DanieleNavaPaul McCandless (fiatista degli Oregon), Antonello SalisJavier Girotto Alessandro Gwis, in occasione della prima delle tre tappe scaleote del Peperoncino Jazz Festival 2011, incontrerà gliOmparty – trio tutto calabrese formato dal multipercussionista Leon Pantarei (che vanta collaborazioni con importanti jazzisti e con artisti pop come Pino Daniele, Mango, Teresa Desio, Mariella Nava e Max Gazzè), da Pasqualino Fulco alle chitarre acustiche (6 e 12 strings) e guitar sinth e da Roberto Cherillo al piano, organo e voce – vincitori nel del Premio “Suoni di Confine” al M.E.I. 2009 con l’album “L’Isola della Pomice” (Picanto Records). Nel corso della serata, che, come da tradizione del festival scaleota, sarà ad ingresso libero e avrà inizio alle ore 22.00, verrà presentato, in anteprima nazionale, il nuovo lavoro discografico a firma degli Omparty, “Petra Janca”, album di grande impatto appena licenziato dalla prestigiosa label calabrese Picanto Records, alla registrazione del quale ha preso parte anche il musicista svedese. A seguito di questa inaugurazione ispirata all’incontro delle sonorità scandinave di Lutte Berg con il sound mediterraneo del trio Omparty, nei due giorni seguenti (martedì 19 e mercoledì 20 luglio), sempre in Piazza Maggiore De Palma e con concerti ad ingresso libero in programma a partire dalle ore 22.00, il Peperoncino Jazz Festival continuerà nel segno del Laos Jazz Fest con altri due interessantissimi concerti che avranno come protagonisti, rispettivamente, il quartetto del pianista e cantante Luigi Negroni (che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Giorgia, Tullio De Piscopo, Simone Cristicchi e Franco Migliacci) – che sarà impegnato in un tributo al grande Stevie Wonder – e quello del miglior pianista jazz della Calabria, Umberto Napolitano, che per l’occasione avrà come ospite Eric Daniel, sassofonista dalle mille collaborazioni importanti (Zucchero, Natalie Cole, Alex Britti, Andrea Bocelli, Joe Cocker, Gino Paoli, Antonello Venditti, Tom Jones, Amii Stewart, George Benson, Astrud Gilberto, Paul Young, Randy Crawford, Solomon Burke, Giorgia, Jerry Lewis, Stevie Wonder, Ella Fitzgerald, Chaka Khan, Wendy Lewis, Tony Bennett, Gladys Knight, Gil Evans, Carmen McCrea, Eduardo De Crescenzo, Toots Thielemans, Lew Soloff, Mike and Randy Brecker, ecc.!). Il Peperoncino Jazz Festival, evento diretto da Sergio Gimigliano e organizzato dall’Associazione culturale Pìcanto con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria – Fondi Europei POR CALABRIA FESR 2007/2013 Asse V Linea di intervento 5.2.3.1. – della Provincia di Cosenza, degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di circa 30 amministrazioni comunali, di C.C.I.A.A. e Confindustria Cosenza, AGIS e ANEC Calabria e con l’Alto Patrocinio della Reale Ambasciata di Norvegia, dopo questi primi dieci giorni nell’arco dei quali ha fatto tappa in alcune importanti località tirreniche (Acquappesa, Belvedere, Sangineto, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro e Tortora), dal 21 al 23 luglio approderà nel cuore del Parco Nazionale del Pollino (Castrovillari e Morano Calabro) con star del jazz americano del calibro di Mark Turner, Larry Grenadier e Jeff ballare (in arte FLY Trio), The Bad Plus e con il quartetto del sassofonista Ravi Coltrane, figlio del leggendario John Coltrane.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin