Lucca, il Canile Municipale sempre più a misura di cane

Nuovo sforzo del Comune di Lucca per migliorare la qualità della vita degli animali ospiti al canile municipale di Pontetto: arriva l’area recintata che permetterà ai cani di potersi muovere il libertà. Il termine tecnico è sgambatolo: in pratica è un’area recintata dove gli animali possono essere lasciati liberi per qualche ora al giorno e a sgranchirsi le gambe e giocare, quando possibile, con qualche loro compagno. “L’impegno dell’amministrazione comunale – sottolinea il sindaco Mauro Favilla – è quello di migliorare la qualità della vita degli animali ospiti nella struttura che già soffrono per essere stati abbandonati dalle loro famiglie. Abbiamo quindi realizzato il nuovo canile municipale aumentando lo spazio a disposizione degli animali, contemplando cuccia, spazio ombreggiato e scoperto per ognuno. Adesso, si aggiunge un nuovo spazio che è quello per lo sgambatolo, dove gli animali possono essere liberati, in totale sicurezza e dare almeno un po’ di sfogo alla loro vivacità e voglia di socializzazione”. Il canile municipale di Pontetetto, già prima della realizzazione dello sgambatolo era una struttura ritenuta all’avanguardia a livello nazionale, oggi, la nuova aggiunta viene di fatto a migliorare le caratteristiche della struttura. “Lo sgambatolo – spiega Giovanni Pierami assessore alle politiche economiche che ha seguito il progetto –  comprende 300 metri quadri complessivi ed è suddiviso in due aree di circa 126 mq ciascuna, una adibita alla sgambatura dei cani presenti nel canile rifugio, l’altra adibita alla sgambatura dei cani presenti nella vecchia struttura adibita a canile sanitario. Data la necessita di destinare tale area anche ad animali di notevole peso, l’opera è stata realizzata con pannelli in rete elettrosaldata e montanti in acciaio in modo da garantire la totale sicurezza. Gli accessi sono regolati da cancelli che consentono la sgambatura anche ai cani eventualmente più aggressivi, senza farli venire in contatto con gli operatori che possono far passare gli animali da passaggi predisposti. Il costo è stato di circa 80 mila euro, interamente a carico del bilancio del Comune di Lucca, anche se il canile viene utilizzato da altri Comuni della piana. Sono state completate anche le barriere antirumore,  che permettono un minor impatto sonoro verso l’esterno della struttura. Nel dettaglio il progetto prevede opere elettriche per 9.200 euro, barriere antirumore per 35.284 euro, opere in ferro per 27.200 euro, cui si aggiungono l’IVA per oltre 7.000 euro.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin