La Spezia, Comuni Ricicloni 2011

Si è tenuta oggi, giovedì 14 luglio, a Roma la premiazione di Comuni Ricicloni 2011, realizzato da Ecosportello Rifiuti, lo sportello informativo di Legambiente per le pubbliche amministrazioni sulle raccolte differenziate, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare. In collaborazione con: Conai, Federambiente, Fise Assoambiente, Anci, Cial, Comieco, CoRePla, CoReVe, Cna, Rilegno, Consorzio Italiano Compostatori, Centro di Coordinamento RAEE, Novamont, Achab Group, Lab23, Tritech, Scuola Agraria del Parco di Monza e la rivista Rifiuti Oggi. Il Comune della Spezia ha, nell’occasione, ricevuto il Premio “Start up” visti gli ottimi risultati ottenuti nel levante cittadino. Lo scorso  aveva ricevuto la menzione speciale “Teniamoli d’occhio”, menzione fatta a quelle realtà che cominciano un percorso per migliorare in modo sostanziale la raccolta differenziata. A ritirare il premio l’assessore alla sostenibilità ambientale del Comune della Spezia Laura Ruocco. “Si tratta innanzitutto – ha dichiarato la Ruocco – di un riconoscimento al senso civico degli spezzini e all’impegno del personale dell’azienda che, nonostante le difficoltà, ha dato il massimo per la nascita di questo nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta.  Questo premio ci sprona ad andare avanti nella raccolta differenziata che, come ha rimarcato anche il presidente di Federambiente, è un’occasione per unire la tutela dell’ambiente con lo sviluppo di operazioni economiche importanti per il Paese”. Il  primo step del sistema di raccolta differenziata “Porta a Porta” è stato avviato a  novembre 2010 nei quartieri del Levante cittadino, Muggiano, Ruffino, San Bartolomeo, Pagliari, Fossamastra, Vallegrande, Termo, Pianazze, Melara, Limone, San Venerio, Pieve di San Venerio, Favaro, Montepertico. Nel mese di luglio 2011 il servizio  “porta a porta” è partito anche nella seconda zona che coinvolge  8.300 utenze domestiche e 1.600 utenze non domestiche, riguardando complessivamente circa 18.000 cittadini. I quartieri coinvolti sono Canaletto, Bragarina, Migliarina e Valdellora.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin