Foggia, la città più calda della Puglia

In Puglia è Foggia a soffrire di più. Dai 39 gradi di oggi si salirà ai 42 di giovedì. Ieri la città più calda è stata Grottaglie con 38 gradi, la temperatura percepita a Bari è stata di 35. L’allerta della Protezione Civile riguarda un numero crescente di città – Bologna, Brescia, Campobasso, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Milano, Palermo, Torino e Trieste – mentre domani interesserà Campobasso, Napoli, Venezia e Verona. Per tornare a respirare si dovrà attendere la prossima settimana. I primi temporali arriveranno nel Nord Italia già domani, ma la parte meridionale della penisola comincerà a sentire i primi benefici solo nel prossimo weekend, complice una fresca ventilazione settentrionale. Dalla centrale operativa del 118 di Foggia, confermano che da quando è arrivata l’ondata di calore le segnalazioni di malori sono aumentate, con il personale costretto a intervenire in una quindicina di casi. Stessa situazione nel Leccese, con chiamate effettuate soprattutto da persone affette da patologie croniche. L’emergenza è stata limitata nelle restanti province pugliesi, sebbene nella giornata di domenica siano stati registrati casi di malori sulla spiaggia di Capitolo, a Monopoli. I consigli dei medici restano gli stessi: non esporsi al sole dalle 11 alle 18, idratarsi costantemente con acqua e frutta, evitare cibi pesanti. Le attenzioni diventano maggiori per anziani e bambini. Nonostante il solleone, finora il rischio incendi sembra essere contenuto. Dalla sala operativa unificata della Protezione civile confermano un numero elevato di chiamate negli ultimi giorni, dovute anche ai piccoli fuochi appiccati dagli agricoltori per bruciare le stoppie nei campi. L’intervento più importante è stato nel Tarantino, a Maruggio, in località Correggia: le fiamme hanno distrutto dieci ettari di macchia mediterranea, rendendo necessario l’utilizzo degli aerei Fire boss del Corpo forestale. Sempre nel Tarantino, domenica un incendio ha interessato località Lucignano, nei pressi di Marina di Ginosa.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin