Barletta, terza serata con il Jazz Festival

Prosegue la nona edizione del Barletta Jazz Festival, questa sera con inizio alle ore 21:30 presso l’Arena del Castello, con il pianista americano Robert Glasper che ritorna a Barletta dopo 5 anni. Nell’ambito del Barletta Art Festival viene proposto un concerto che mescola il Jazz con l’hip hop, l’elettronica ed elementi acustici, in perfetto stile Robert Glasper. Il pianista si esibirà in formazione con Derrick Hodge al contrabbasso, Chris Dave alla batteria e Casey Benjamin al sax/keys. Prevista, contestualmente, anche la presentazione del progetto multimediale “Puglia In Jazz (da Paolo Fresu a Malcom X)”, a cura di Gianni Cataldi: una geografia degli incontri che parte da foto scattate alla fine degli anni novanta, per arrivare ai nostri giorni con il Malcom X Suite, un concept album del sassofonista Francesco Bearzatti dedicato al leader afroamericano. Il progetto sarà nuovamente presentato venerdì 15 luglio, sempre presso l’Arena del Castello a partire dalle ore 21:00. La serata del 13 giugno proseguirà poi al Saint Patrick Jazz Club alle ore 23:15 con l’organo hammond di Vito Modugno in quartetto con Pietro Condorelli alla chitarra, Massimo Manzi alla batteria e Michele Carrabba al sax tenore. Robert Glasper è educato musicalmente dalla madre (pianista in chiesa per accompagnare i cori gospel ed in jazz club) ed è già pianista a 12 anni; negli anni di studio alla Houston High School for the Performing Arts e poi alla New School University di Manhattan vanta compagni d’arte quali Christian McBride, Russell Malone, Kenny Garrett, Mark Whitfield, Nicholas Payton, Roy Hargrove, Terence Blanchard, Carmen Lundy e perfino, sul versante del pop, Carly Simon. Del 2003 è il primo cd, Mood e mentre si aprono per lui i locali più importanti di New York, escono In my Element (2007) e Double Booked (2009), che comprende i due progetti espressioni delle due anime di questo  musicista: The Robert Glasper Trio, in cui il Glasper “acustico” regala momenti di intenso lirismo e il The Robert Glasper Experiment, che sarà presentato a Barletta. Barese invece è Vito Di Modugno, che intraprende da giovanissimo gli studi musicali sotto la guida del padre, studiando pianoforte classico col M° Binetti, e poi organo, basso elettrico e contrabbasso. Finalista in vari concorsi jazzistici nazionali, ha composto sigle per Raitre e per altre emittenti radiofoniche. Ha collaborato con molti nomi del panorama jazzistico nazionale ed internazionale quali Irio De Paula, Urbie Green, Tony Scott, Ettore Fioravanti, Massimo Manzi, Tiziana Ghiglioni, Stefano D’Anna, Mario Rosini, Fabrizio Bosso, Gianluca Petrella, Gianni Basso, Giovanni Tommaso, Lou Blackbour, Mimmo Cafiero,  Larry Franco and Dixieinitaly, e vari artisti della pop music come Rossana Casale e Patty Pravo. Il Barletta Jazz Festival proseguirà giovedì 14 luglio alle ore 22.00 presso il Saint Patrick Jazz Club, con Fabrizio Scarafile Quartet. Info: tel. 347 18 18 890 email: info@barlettajazzfestival.it – web: www.barlettajazzfestival.it. Booking: Bookshop Castello – Barletta Tel. 0883 532569; Centro Musica – Bari Tel. 080 5211777 – Box Office Feltrinelli – Bari Tel. 080 52 40 464.