Parma, scoppia la rivolta la folla chiede le dimissioni del sindaco

Parma reagisce con una piazza inferocita al terremoto giudiziario che ha colpito il Comune. In duecento o forse più gridano contro il cancello del municipio: “Vignali vattene”. Dopo lo scandalo di corruzione che ha coinvolto il Comune, con 11 arresti fra comandante della municipale e dirigenti del Comune, la piazza è insorta. Militari e polizia fanno cordone per impedire ai cittadini di entrare in Comune. Gli slogan: “Vergogna, dimettiti, in galera!”. Gli assessori Lasagna e Pellacini, usciti dal Comune, vengono fischiati e insultati, anche il gesto delle manette nei loro confronti. La situazione è tesa. Alcuni assessori hanno addirittura rinunciato ad uscire mentre altri sono scappati di corsa. “Mai vista una cosa così a Parma” sostengono persone presenti in piazza. Sms dalla piazza: “Sembra l’hotel raphael contro Craxi, stessa atmosfera, è saltato il tappo”. Intorno alle 18.30 “fuga” anche dell’assessore Aiello. Fischiato. Cartelli contro il sindaco di tutti i colori, fischietti, slogan a ripetizione. La piazza continua ad insistere mentre il sindaco resta “barricato” in Municipio. Intorno alle 18.45 una trentina di rappresentanti della piazza è stata ammessa in municipio sono entrati nell’aula del Conisglio ed hanno gridato “Dimissioni, dimissioni”. Consiglio finito la tensione è altissima c’è forte preccupazione per quando  i consiglieri usciranno dal municipio. Alle ore 19 carica della polizia ci sono delle persone contuse. Anche il consigliere Moine coinvolto che dichiara: “non sarà  un gruppo seppur numeroso di facinorosi a poter pensare di sottopormi alla gogna. Io vado a testa alta come tutti  coloro i quali svolgono con correttezza e lealtà la propria attività in coerenza con le proprie idee. Infatti sono abituato ad uscire dalla porta principale e non da uscite secondarie.  Ha comunque lasciato molto a desiderare il servizio d’ordine predisposto ma ormai non mi sorprendo più di nulla”. Ci sono quasi 400 persone. Lancio di monetine e tappi di plastica. Ore 19.05 torna la calma sotto il municipio. Contestato anche l’ex sindaco e presidente del Consiglio comunale Elvio Ubaldi, la folla gli rinfaccia di avere “allevato” Vignali. L’assessore Pellacini verso le 19,30 riesce a dialogare con alcuni manifestanti. Si attendono sviluppi nelle prossime concitate ore.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin