Milano, minacce di morte ad Umberto Bossi ed il figlio Renzo

Grave atto intimidatorio ai danni della Lega Nord. Una lettera di minacce rivolte a Umberto Bossi e al figlio Renzo con due proiettili calibro 9 è giunta alla sede del Corsera che ha consegnato la missiva alle forze dell’ordine. “Lascia stare i ministeri” è una delle esortazioni contenute nella missiva e firmata “quello che ti fermerà”. “Mi hai rotto i coglioni” è una delle altre frasi nel messaggio dattiloscritto dove il segretario della Lega è definito un “ladro”. Solidarietà al Senatur dal mondo politico.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin