Napoli, il fallimento totale del neo sindaco solo parole sui rifiuti

“Vedo che de Magistris non ce l’ha fatta in cinque giorni. Come sempre dovrò intervenire io”. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ritiene di dover scendere di nuovo in campo per risolvere la questione spazzatura in Campania. Il desiderio di occuparsene in prima persona sarebbe stata espressa al coordinatore del PdL campano Nicola Cosentino, al numero uno della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e al suo omologo avellinese, Cosimo Sibilia poco prima di entrare in Aula a Montecitorio. Luigi De Magistris ha affidato la “sintesi” della giornata ad un filmato sul suo canale You Tube: “I sabotaggi che stiamo subendo – ha detto – sono il segnale che stiamo toccando equilibri consolidati. In questa situazione drammatica – prosegue – nonostante le difficoltà che stiamo incontrando, credo che attraverso la solidarietà all’interno della Regione si possa far fronte all’emergenza vissuta” dice riferendosi alla possibile trasferimento in siti diversi dalla provincia di Napoli. “Sono fiducioso che le altre istituzioni collaboreranno, ma se così non fosse, sindaco e vicesindaco proporranno un piano alternativo perché a quel punto, una volta abbandonati da tutti, è nostro dovere trovare una soluzione in totale autonomia”.  Una giustificazione che non regge a giustificare il fallimento totale del neo sindaco e l’amarezza dei napoletani che ora scoprono di aver riposto male la loro fiducia…

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin