Macerata, vince Romeus la finalissima di Musicultura

Romeus, ha vinto la ventiduesima edizione del “Musicultura Festival 2011” con la canzone “Caviglie stanche”. “E’ la prima volta – ha detto il patron della manifestazione Piero Cesanelli che la manifestazione viene vinta da una canzone di rock puro e di questo siamo soddisfatti moltissimo perché Romeus ha saputo portare elementi innovativi a questo festival che ha già avuto tante soddisfazioni quando quest’anno ha allungato i giorni della Controra che è tanto piaciuta al pubblico. Molti ci chiedono di portare il festival a livello europeo, ma per noi già crescere così è molto importante. Ora, dal 7 luglio lavoreremo per Lunaria e poi per il Musicultura Tour”.“Già il fatto di aver vinto il premio della critica –ha detto Romeus il vincitore di Musicultura 2011- era una grande soddisfazione e mai mi sarei immaginato di poter vincere anche la manifestazione. Sono felice di questo e di aver portato alla vittoria per la prima volta una canzone rock che avevo scritto lo scorso anno dopo aver passato una vicenda privata poco piacevole. Proprio per quel motivo quella canzone non la sentivo più mia, poi Musicultura l’ha scelta ed ora è giunta anche questa sorpresa. Ora con il premio di 20.000 euro che ho vinto, approfondirò i miei studi musicali, amplierò il mio studio di registrazione e mi dedicherò al mio secondo album. Sono contento del rapporto che si è creato con Macerata che ho potuto visitare fino in fondo e nella quale spero di tornare presto”. Fabrizio Frizzi che ha aggiunto: “Salire sul palcoscenico dello Sferisterio di Macerata è sempre un’emozione forte e lascia dentro di me segni indelebili. Spero proprio di poterci tornare presto in questo luogo e in una città dove mi sono sempre trovato a mio agio con la squadra con cui ho lavorato e non solo. Ringrazio Cesanelli e i suoi collaboratori per avermi dato la possibilità di condurre “Musicultura” per tre anni di seguito e sono contento di contribuire a portare a conoscenza della nostra nazione questa manifestazione perché Cesanelli ci tiene molto a questa sua creatura e si vede”. La stessa cosa di Frizzi l’hanno ripetuta sul palco dello Sferisterio tutti gli ospiti della manifestazione di quest’anno ed anche quelli che hanno preso parte all’ultima serata cioè: Manuel Agnelli del After Hours che ha anche dovuto suonare improvvisando per l’improvvisa rottura degli amplificatori durante la sua esibizione, Lunetta Savino che ha recitato poesie e cantato una canzone di Malgioglio, Patty Pravo che è stata più a lungo di tutti sul palco e alla quale è stato chiesto dal pubblico anche un bis, Teresa De Sio che, a sorpresa è salita sul palco di “Musicultura 2011”, e il gruppo musicale tutto al femminile delle Rivoltelle che hanno interpretato una canzone ed alcuni pezzi degli anni ’60 da loro arrangiati in versione moderna.La canzone vincitrice e quella cantata da Renzo Rubino Bignè saranno trasmesse per tutta l’estate da Radio Uno RAI, che da anni lega il suo nome al “Musicultura Festival” insieme con Rai Italia ed altre importanti testate radio televisive e della carta stampata locali e nazionali.

Luca D’InnocenzoLa Scansione.net

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin