Batterio killer, tutta colpa dei semi di soia crudi

Sale a 21 in Germania, 22 in tutta Europa, il numero delle vittime dell’Escherichia coli. Sono i dati diffusi oggi dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, che indicano in 2.263 i casi totali di contagio, 435 in più rispetto al precedente bilancio. E le autorità tedesche hanno individuato l’origine della diffusione. Sono stati infatti i germogli di soia tedeschi mangiati crudi a scatenare l’epidemia . Lo ha confermato in una conferenza stampa ad Hannover il ministro della Sanità della Bassa Sassonia, Gerd Lindemann (Cdu), secondo il quale le autorità mediche si trovano adesso “sulla pista giusta”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin